News

Monte Bianco, le autorità sconsigliano la salita dalla normale francese

Couloir-du-Gouter (Photo courtesy chamonet.com)
Couloir-du-Gouter (Photo courtesy chamonet.com)

SAINT-GERVAIS-LES-BAINS, Francia — La prefettura dell’Alta Savoia congiuntamente al sindaco di Saint-Gervais-les-Bains invita alla prudenza tutti coloro che vogliano avventurarsi lungo la via normale francese del Monte Bianco. Le temperature delle ultime settimane stanno provocando dei distacchi lungo il tracciato in particolare nei pressi del couloir du Goûter, soprannominato “couloir della morte” a causa dell’alto tasso di incidenti mortali avvenuti.

É stato il sindaco di Saint-Gervais-les-Bains, il paese transalpino che governa il territorio francese fino alla cima del Bianco, a dare per primo l’allarme: l’accesso alla montagna più alta d’Europa lungo la via normale francese è fortemente sconsigliata. L’appello è giunto martedì dal comune francese, seguito pochi giorni dopo dalla prefettura dell’Alta Savoia: a causa delle alte temperature del periodo il rischio di piccoli distacchi e cadute massi è particolarmente alto. Il Primo cittadino si è recato personalmente nella zona venerdì con il prefetto per valutare la situazione.

A impensierire è soprattutto il couloir du Goûter posto a 3340 metri di quota a poca distanza dal nuovissimo rifugio Goûter che dovrebbe essere inaugurato tra pochi giorni. Il couloir è uno dei passaggi più difficili della via normale tanto da essere teatro dei più gravi incidenti mortali durante la salita alla vetta del Monte Bianco. Date le condizioni attuali il passaggio lungo questo tratto è altamente pericoloso a causa dei numerosi distachi di rocce.

Le autorità invitano quindi alpinisti ed escursionisti a seguire un’altra via per raggiungere la cima. Secondo i giornali locali l’invito sarà probabilmente esteso fino al termine della stagione. Le guide alpine e le spedizioni provenienti da Saint-Gervais-les-Bains e da Chamonix hanno già provveduto a modificare i propri itinerari sul Bianco evitando il couloir.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close