News

Due morti sulle montagne dell’Alto Adige

Valle Aurina (Photo courtesy of www.gazzettino.it)
Valle Aurina (Photo courtesy of www.gazzettino.it)

BOLZANO — Due incidenti mortali a distanza di poche ore si sono verificati sulle montagne dell’Alto Adige nella giornata di ieri. La prima vittima è un escursionista ritrovato senza vita in Valle Aurina. La seconda è una turista tedesca caduta mentre percorreva una ferrata nel gruppo del Catinaccio.

L’escursionista altoatesino era salito domenica sul Monte Lato, cima di 2595 metri della Valle Aurina, la valle che confina con l’Austria ed è la più settentrionale d’Italia. I famigliari, non vedendolo rientrare in serata, hanno dato l’allarme e il Soccorso Alpino di San Giovanni, insieme ai vigili del fuoco di Cadipietra hanno iniziato immediatamente le ricerche.

Il corpo senza vita dell’uomo è stato trovato lunedì notte tra il Monte Lato e il Blauspitz. Secondo le prime ricostruzioni il 69enne sarebbe caduto finendo in un avvallamento a circa 2100 metri di quota.

La turista tedesca stava salendo ieri mattina con dei connazionali lungo la via ferrata Laurenzi, un percorso piuttosto difficile sul Molignon di Mezzo che collega il rifugio Alpe di Tires, a 2440 metri di quota, e quello Antermoia, a 2497 metri, nel gruppo del Catinaccio.

A circa 2500 metri in un punto esposto e non assicurato dal cavo metallico, la donna è precipitata per decine di metri. Sul posto sono intervenuti l’Aiut Alpin delle Dolomiti, il Soccorso alpino e i carabinieri che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’escursionista e portare a valle la salma.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close