News

Sondrio, servizi online per gli apicoltori

immagine

SONDRIO — Da oggi, tutti gli apicoltori della Valtellina e della Valle di Poschiavo potranno controllare, on-line, il microclima quotidiano delle zone dove hanno gli alveari e il loro peso. Il tutto grazie ad un sistema di centraline inaugurato dall’Associazione produttori apistici di Sondrio.

Analizzando i dati ambientali e la variazione del peso degli alveari, gli apicoltari potranno operare interventi più efficaci e tempestivi per ottimizzare la loro produzione di miele.
 
Per esempio potranno capire subito quand’è necessario intervenire con delle "nutrizioni di soccorso" delle api o sapere quand’è il momento ideale per la posa o la raccolta dei melari per ottenere pregiati mieli monoflorali.
 
A rendere possibile questo servizio sono sette centraline, dislocate tra l’Italia e la Svizzera precisamente nei comuni di Prata Camportaccio, Cosio Valtellino, Berbenno di Valtellina, Chiuro, Poschiavo e Brusio (Cantone dei Grigioni), Grosotto e Sondalo.
 
Le centraline rilevano costantemente il peso dell’alveare e i seguenti dati ambientali: temperatura, punto di rugiada, umidità, luminosità, velocità del vento, direzione del vento, pioggia. I dati, per ora, sono visibili a tutti. Più avanti sarà disponibile, in tempo reale, solo per gli associati e in differita per tutti gli altri.
 
Una delle centraline, in futuro, diventerà "nomade" e sarà usata per rilevare i dati di fioriture particolarmente importanti come quelle della robinia in Brianza e del rododendro in alta montagna.
 
Questo è il primo frutto di un progetto europeo (Interreg IIIa), che vede impegnata, in prima linea, l’associazione produttori apistici di Sondrio. Con questo servizio l’associazione fa un altro passo avanti nell’assistenza tecnica fornita ai suoi associati.
 
"Il nostro sogno – dichiara l’Associazione – è trasformare l’attuale settore apistico in un vero comparto produttivo, che possa essere una proposta interessante per i giovani che hanno voglia di cimentarsi in un’attività imprenditoriale particolare come questa".
 
Sara Sottocornola 
 
Per maggiori informazioni, visitare il sito www.apicoltori.so.it/observer
Foto di Giampaolo Palmieri, courtesy of Apas – www.apicoltori.so.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close