News

Friuli, recuperati 2 escursionisti bloccati sul sentiero Chersi

Un tratto del sentiero Chersi (Photo courtesy of www.panoramio.com/user/4723117)
Un tratto del sentiero Chersi (Photo courtesy of www.panoramio.com/user/4723117)

MALBORGHETTO-VALBRUNA, Udine — Due escursionisti triestini sono rimasti bloccati ieri su un nevaio nel cuore delle Alpi Giulie. Il recupero è durato quasi due ore, ma i due trentenni sono stati riportati a valle sani e salvi.

I due uomini si trovavano nella giornata di ieri nella Val Saisera, in provincia di Udine, per un’escursione. I triestini avevano appena superato Sella Nabois – l’intaglio roccioso a 1970 metri di quota che separa il monte Nabois dal massiccio dello Jof Fuart – per imboccare il sentiero Chersi.

Secondo la stampa locale, i due escursionisti avrebbero seguito il tracciato, ma si sarebbero imbattuti in un nevaio in cui sono rimasti intrappolati. Impossibilitati a muoversi in qualsiasi direzione hanno dato l’allarme con il telefono cellulare.

I volontari del Soccorso Alpino della stazione di Cave del Predil e della Guardia di Finanza di Sella Nevea sono intervenuti sul posto con un elicottero della Protezione Civile. Il recupero è stato piuttosto difficile, ma in due ore i soccorritori sono riusciti a issare a bordo del mezzo aereo i due trentenni e a riportarli a valle.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close