Meteo

Sole e caldo in arrivo con giugno, dopo un maggio instabile?

Sole in montagna (Photo courtesy hotellerocher.it)
Sole in montagna (Photo courtesy hotellerocher.it)

BERGAMO — Il tempo di Maggio, così come quello di Aprile, non si mette in carreggiata tanto che piogge ed acquazzoni faranno ancora la differenza sino a fine mese. Questo non vuol dire che pioverà sempre: alle piogge continue della perturbazione in transito nei giorni scorsi si sostituiranno quelle irregolari tipiche dell’instabilità primaverile intervallate da spazi soleggiati.

Sino a fine mese dunque niente di buono. Da giovedì i tentativi dell’anticiclone di portare un ristabilimento delle condizioni meteorologiche non andranno a buon fine. Le infiltrazioni fresche settentrionali ed il riscaldamento solare approfitteranno della struttura poco smagliante dell’alta pressione defilata sulla Scandinavia, condizione per l’innesco di rovesci e temporali sopratutto sui rilievi. Tra Venerdì e Sabato, come prassi in questi ultimi due mesi, potremmo vedere un ulteriore peggioramento al Nord, Appennino ed Adriatiche per lo scivolamento di un fronte nuvoloso dall’Est Europa.

Ma quando l’estate? Crediamo che una ripresa del campo di pressione possa divenire palese con l’inizio del mese di Giugno. Questo in concomitanza di un rientro dell’ITCZ nelle medie sui settori centro occidentali. L’ipotesi è che la fascia anticiclonica possa trovare una spinta maggiore per rafforzarsi sul Mediterraneo. Se questo progetto andrà in porto e se la spinta dinamica in Atlantico veicolerà correnti più fresche sulle Canarie, c’è da attendersi una rimonta sub tropicale da sud ovest per le nostre regioni, con ritorno a tempo soleggiato e clima estivo praticamente ovunque.

L’assenza di un campo di alta pressione con radici forti, renderà tuttavia il sistema piuttosto labile e soggetto a possibili variazioni, qualora il flusso instabile atlantico “decidesse” di affondare sul Mediterraneo occidentale, anziché sull’Oceano Atlantico. In tal caso ancora una volta saranno le regioni del Nord Ovest ed i settori tirrenici le aree più sensibili ad un eventuale peggioramento. Rimanete in attesa dei prossimi aggiornamenti, l’estate è alle porte e chissà che la svolta meteorologica avvenga proprio con l’inizio del mese di Giugno.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close