News

Asta per fiaccola olimpica Dalai Lama

immagine

LONIGO, Vicenza — Il viaggio più alto, e più bello, di una fiaccola olimpica è stato probabilmente quello che l’anno scorso l’ha vista arrivare sul Makalu, in Nepal, tra le mani di Mario Vielmo. Ora la fiaccola, che reca un messaggio di pace del Dalai Lama, è oggetto di un’asta di beneficienza a favore dei bimbi orfani del Tibet.

La primavera scorsa la fiaccola olimpica di Torino 2006 è partita dall’Italia. E’ arrivata in Tibet, è stata benedetta dal Dalai Lama, che vi ha scritto sopra un bellissimo messaggio di pace: "prego che tutti gli esseri senzienti vivano in felicità".
 
Poi, è stata portata al campo base del Makalu da Tom Perry, il celebre alpinista scalzo, che ha percorso a piedi nudi chilometri e chilometri di sentieri, rocce e nevai. E infine è giunta sugli 8.473 metri del Makalu, portata da Mario Vielmo, che ha completato la scalata senza l’utilizzo di ossigeno.
 
Il messaggio del Dalai Lama è giunto così su uno dei punti più alti della Terra, con la speranza che da lassù possa diffondersi il più possibile.
 
Ma il messaggio che la spedizione di Vielmo ha voluto dare non è solo simbolico, ha anche un bellissimo lato concreto. La preziosa fiaccola, che reca il messaggio del Dalai Lama – scritto di suo pugno – e che ha raggiunto la cima dell’ottomila Himalayano è all’asta.
 
Un’asta che è iniziata il 16 dicembre e che è arrivata, sinora, intorno ai trentamila euro. Un’asta ancora aperta, che spera di raccogliere, dalle mani di privati, di aziende, o di enti di qualsiasi genere, il maggior numero di aiuti possibili per un importante progetto di solidarietà.
 
Chi offrirà di più, infatti, oltre a incamerare la preziosa fiaccola, darà un sostanzioso e indispensabile contributo per la costruzione di una scuola per bimbi orfani tibetani, profughi nel Dharamsala (India), un progetto della Onlus Monsignor Camillo Faresin. Le offerte si possono inviare all’indirizzo fiaccola@makalu2006.it.
 
Se non siete in grado di superare l’offerta base per la fiaccola, ma desiderate lo stesso contribuire alla costruzione della scuola, potete optare per un’offerta libera. Per maggiori informazioni, visitare www.makalu2006.it.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close