News

Quattro valanghe sulle Alpi: due morti e un ferito

Valanga (Photo PAP/podroze.onet.pl)
Valanga (Photo PAP/podroze.onet.pl)

SAINT-LUC, Svizzera — Tragico bilancio per la giornata di ieri sulle Alpi: 2 morti e 1 ferito per 4 slavine che si sono staccate in Valle d’Aosta, nel Canton Vallese e nel Canton dei Grigioni. Il pericolo valanghe nelle zone interessate era marcato, ovvero di grado 3 su una scala di valore massimo 5, e rimane tuttora alto visto il maltempo che negli ultimi giorni sta portando molta neve in quota.

Il primo incidente riguarda due scialpinisti olandesi stavano effettuando un’escursione sul Col de Vijivi, tra Val d’Anniviers e Vallon de Tourtemagne nel canton Vallese. Arrivati quasi alla vetta, a quota 2900 metri, la valanga li ha travolti. Uno di loro è riuscito ad uscire incolume e ad avvertire i soccorsi, ma quando sono giunti sul posto per l’amico non c’era ormai più niente da fare.

Sempre in Svizzera, nel Canton dei Grigioni, cinque scialpinisti si trovavano sul Piz Linard, cima di 3411 metri della Bassa Engadina. A circa 200 metri dalla vetta, una valanga ha travolto 3 persone facenti parte del gruppo. Uno è subito uscito indenne mentre gli altri due sono stati trascinati per centinaia di metri. I soccorsi giunti sul posto hanno potuto salvare solo una delle persone travolte, trasportata all’ospedale di Samedan. L’altro scialpinista era già morto.

Altre due valanghe si sono staccate in Valle d’Aosta, senza gravi conseguenze. La prima si è verificata sul Colle del Nivolet, cima di 2612 metri della Valsavarenche. La slavina ha travolto uno dei 16 turisti che stavano scendendo al rifugio Città di Chivasso a quota 2604 metri. L’uomo ha perso gli sci, ma non ha riportato ferite. La seconda slavina si è staccata nel gruppo del Monte Rosa. Tre scialpinisti sono stati travolti sul Breithorn centrale, vetta di 4.160 metri, ma sono stati recuperati incolumi da alcune Guide Alpine che si trovavano nella zona per un corso di aggiornamento.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close