Alpinismo

Simone Moro: in solitaria a campo 2

immagine

BROAD PEAK, Pakistan — Una scalata in solitaria su terreno completamente ghiacciato dopo una notte a campo 1 con quarantacinque gradi sottozero. E’ così che Simone Moro è riuscito a raggiungere ieri i 6.250 metri di campo 2, sulla parete ovest del Broad Peak. 

Le notizie arrivano via satellite direttamente da campo 1, dove stanotte Moro ha pernottato da solo. "Shaheen era salito con me – racconta l’alpinista -, ma la scorsa notte ha evidenziato dei segni di ipotermia pur avendo dormito con la tuta d’alta quota nel sacco a pelo. Ieri è quindi sceso al base per bere e scaldarsi".
 
E così, completamente solo, ha affrontato le ripide pareti ghiacciate della montagna riuscendo a raggiungere i 6.250 metri, quota alla quale verrà installato il secondo campo della spedizione.
"La via era molto ghiacciata e priva di neve – prosegue Moro -, sono salito slegato e in piolet traction.  Solo alle 15, dopo mille acrobazie, sono riuscito a raggiungere la piazzola di campo 2, dove ho potuto fermarmi solo qualche minuto".
 
Poi è tornato a campo 1, dove ha passato di nuovo la notte in attesa di un’altra giornata di scalata. Si tratta di un ottimo risultato per l’alpinista bergamasco, che sta sfruttando al massimo la finestra di bel tempo iniziata ieri che, secondo i meteorologi, durerà fino a venerdì.
 
Sara Sottocornola
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close