AlpinismoAlta quota

Mr Park e soci dispersi sull'Annapurna, in corso le ricerche

Annapurna parete Sud (Photo www.travelblog.org)
Annapurna parete Sud (Photo www.travelblog.org)

KATHMANDU, Nepal — Sono in corso in queste ore disperati tentativi di individuare e salvare lil celebre alpinista coreano Mr Park e i suoi due compagni, che all’inizio della settimana avevano lasciato il campo base per tentare di raggiungere la vetta dell’Annapurna aprendo una nuova via sulla parete sud. Dal 18 ottobre però le comunicazioni tra i tre alpinisti e il resto del team si sono interrotte: si sa che i tre erano saliti a 6400 metri per poi rinunciare a proseguire, a casua del cattivo tempo e di continue scariche di sassi. Da allora poi, più nessun contatto: si teme che siano stati travolti da una valanga o che siano caduti in un crepaccio.

La Federazione Alpinistica Coreana ha fatto sapere che l’ultima comunicazione con i tre alpinisti è avvenuta alle 4 del pomeriggio di martedì, ben tre giorni fa. Durante quella telefonata  Young-Seok Park aveva comunicato l’intenzione di tornare indietro per via delle pessime condizioni del tempo e delle pesanti scariche di sassi che continuavano  a staccarsi dalla parete.

Un elicottero è stato mobilitato da Kathmandu, e molte organizzazioni alpinistiche stanno velocemente raggiungendo il campo base dell’Annapurna per aiutare nelle operazioni. Si aggiungono a questi anche altri due alpinisti coreani, Hak-Jae Yoo e Young-Il Kim, che avevano comunque in programma di recarsi in Nepal per salire il Kyajo Ru (una cima di 6.184 metri). Infine anche The North Face, secondo Explorersweb, avrebbe mandato un suo team per dare una mano nelle ricerche, mentre la Federazione alpinistica coreana starebbe per inviare un’altra squadra di soccorso, formata dai migliori alpinisti coreani.

Al momento non ci sarebbero nuove informazioni sulle sorti di Mr Park e dei suoi due compagni Dong-Min Shin e Gi-Seok Gang. Durante le ricerche 4 Sherpa avrebbero individuato una corda che si pensa possa essere stata usata dai coreani durante la salita. Dei tre alpinisti però non c’è alcuna traccia. Secondo la squadra dell’elisoccorso, è possibile che siano stati travolti da una valanga o che siano caduti in un crepaccio. Il Presidente della Corea ha dichiarato che il governo coreano non ha ancora perso le speranze e che farà il massimo per salvare il team.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close