News

Fao: salviamo la biodiversità montana

immagine

NEW YORK, Usa — Si devono salvaguardare le montagne, fonte vitale di biodiversità sia agricola che selvatica. E’ questo l’appello lanciato oggi dalla Fao, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, in occasione della Giornata Mondiale per le Montagne.

La decisione dell’assemblea delle Nazioni Unite di proclamare l’11 Dicembre "Giornata Mondiale delle Montagne" ha richiamato l’attenzione della popolazione mondiale sulla tutela degli ecosistemi montani e ha portato alla costituzione di un comitato nazionale per le Montagne  presente in 78 paesi, nonchè la creazione di un partenariato internazionale.

Il tema della Giornata di quest’anno “Gestire la biodiversità montana per una vita migliore” mira a focalizzare l’attenzione sul ruolo cruciale che svolgono le montagne nell’assicurare la biodiversità e nel promuovere una loro gestione sostenibile. Le montagne contribuiscono in modo notevole alla diversità genetica, ma questa ricchezza è sempre più minacciata sia dal modo in cui il territorio montano è usato – disboscamento, attività minerarie, industrializzazione e turismo indiscriminati – sia dal riscaldamento globale.

Alemneh Dejene, esperto del servizio Fao Ambiente e Risorse naturali, ha detto: “La biodiversità montana è di vitale importanza, essa assicura la stabilità del suolo, le risorse idriche, il cibo e le piante medicinali per tutti gli esseri umani”.

Molte coltivazioni come le patate, i pomodori, e molte specie di frutta, oltre a diversi animali domestici – le capre, le pecore, i lama e l’alpaca – sono originari e si sono evoluti nelle zone montuose. Esse sono anche importanti per l’umanità per le loro tradizioni culturali ed in quanto rappresentano per milioni di persone al mondo un’importante fonte di cibo e di sussistenza.

La Fao ha lanciato oggi un appello perché si salvaguardino le montagne, fonte vitale di biodiversità sia agricola che selvatica. “L’utilizzazione intensiva delle risorse naturali da parte dell’uomo ha messo a rischio d’estinzione questo patrimonio biologico e culturale unico”, ha affermato José Antonio Prado, direttore della divisione Fao Risorse Forestali.

 “Per salvaguardare e gestire la biodiversità montana occorre un impegno a livello internazionale, un’alleanza globale tra organizzazioni, governi, società civile, settore privato e, quello che è più importante, le stesse popolazioni montane custodi e beneficiarie di questo patrimonio”.

In occasione della celebrazione della Giornata Internazionale delle montagne, la Fao, in collaborazione con il centro per lo sviluppo ambientale (CDE) e il Global Mountain Biodiversity Assessment (GMBA) ha raccolto, da organismi, associazioni, e ong internazionali, materiale inerente il tema della biodiversità e della montagna, affinché tutte le nazioni possano prendere coscienza dell’importanza delle montagne per la vita sulla terra.

 

Per saperne di più clicca qui

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close