News

Incidenti in montagna: un morto e un ferito sulle Dolomiti, ritrovati due dispersi

Il comprensorio sciistico del Monte Agudo (Photo auronzodinverno.com)
Il comprensorio sciistico del Monte Agudo (Photo auronzodinverno.com)

AURONZO DI CADORE, Belluno — Diversi incidenti si sono verificati ieri sulle montagne italiane. Un cinquantenne trevigiano è morto mentre sciava sul monte Agudo, ad Auronzo di Cadore: l’uomo è uscito di pista ed è finito a sbattere violentemente contro un albero. Sempre nel bellunese, un giovane che scendeva con uno slittino sopra Lentiai è rimasto gravemente ferito, mentre un altro 14enne è stato ritrovato dopo 5 ore sulle piste di Passo Coe, sull’altopiano di Folgaria. Ancora, uno scout ha passato una notte all’addiaccio disperso nei boschi dell’alto Molise: fortunatamente è stato ritrovato questa mattina in buone condizioni.

L’incidente mortale è avvenuto ieri sulle nevi bellunesi, sul monte Agudo, ad Auronzo di Cadore, intorno alle 13. La vittima è un 50enne di Silea, in provincia di Treviso, ma residente a San Donà di Piave, nel territorio di Venezia, che ha perso il controllo degli sci ad alta velocità ed è finito contro gli alberi a bordo pista.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino veneto, con l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. I soccorritori hanno prestato le prime cure e trasportato d’urgenza all’ospedale di Belluno lo sciatore, apparso subito in gravissime condizioni. Invano i medici hanno tentato di salvargli la vita.

Poco dopo, nel pomeriggio, si è verificato il secondo incidente sulle montagne bellunesi, questa volta capitato a un ragazzo che si trovava con una gruppo di amici sopra Lentiai. Il giovane scendeva da un pendio innevato con un mezzo simile a un bob ma è finito contro un ostacolo riportando pesanti traumi. Dopo le prime cure sul posto, è stato portato all’ospedale di Belluno in gravi condizioni.

Due giovani poi risultavano dispersi ieri pomeriggio: due casi distinti verificatisi uno in Trentino, a Folgaria, e l’altro nell’Alto Molise, tra Carovilli e Vastogirardi in provincia di Isernia. Il primo era un 14enne che sciava sulle piste da fondo di passo Coe, sull’altopiano di Folgaria. Secondo quanto riferisce l’Ansa, intorno alle 8 di sera, dopo 5 ore di ricerche, è stato trovato dai carabinieri sciatori di Folagaria. Sembra che il ragazzo aveva perso l’orientamento mentre stava cercando di raggiungere il padre che lo aspettava al parcheggio dell’auto.

Il secondo era invece un 16enne di Foggia, che è stato ritrovato solo stamattina intorno alle 8.30 su una strada provinciale alla periferia di Agnone, sulle montagne dell’alto Molise. Il ragazzo, capo scout di un gruppo di 50 giovanissimi in gita, si era perso ieri pomeriggio nei boschi di Vastogirardi, ad oltre mille metri di quota. L’allarme era scattato ieri pomeriggio intorno alle 4, e le ricerche sono andate avanti tutta la notte nonostante il buio e le temperature scese di 10 gradi sotto lo zero.

Questa mattina il giovane è stato ritrovato casualmente da un passante, una dottoressa che l’ha avvistato sul ciglio della strada. Nonostante la notte all’addiaccio, trascorsa in un sacco a pelo che opportunamente aveva con sé, lo scout era infreddolito ma in buone condizioni. E’ stato comunque ricoverato all’ospedale per accertamenti.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close