News

Sibillini, recuperati 6 escursionisti nel weekend

Monte Sibilla
Monte Sibilla

MONTEFORTINO, Fermo — Domenica difficile sui Monti Sibillini, quella appena passata. Il Soccorso alpino è stato impegnato in 3 diverse operazioni, di cui la più grave ha interessato 2 alpinisti bloccati a 150 metri dalla vetta del Monte Sibilla. Sulla stessa montagna sono stati recuperati 3 escursionisti persi lungo il sentiero 11 e ritrovati in località Fosso Le Vene. Infine è stato tratto in salvo un 65enne con difficoltà respiratorie alle Lame Rosse di Fiastra.

Tre operazioni di recupero sui Monti Sibillini, fortunatamente tutte con esito positivo, per un totale di 6 persone salvate. Il primo intervento che ha impegnato il Soccorso alpino si è verificato sul Monte Sibilla, dove 2 alpinisti di Camerino si trovavano bloccati in parete, a circa 2000 metri di quota e a 150 dalla vetta. Pare che uno dei due sia scivolato in un punto da cui non riusciva a risalire, e per questo i due avrebbero chiesto aiuto al 118.

Gli uomini del Soccorso alpino della Stazione di Montefortino hanno impiegato diverse ore per riuscire a trarli in salvo. Alla fine sono stati fatti scendere a corda fissa e riportati a valle.

Sempre sul Monte Sibilla era in corso un’altra operazione di recupero, questa volta riguardante alcuni escursionisti che si erano separati sul sentiero 11 nella zona Pozzo della Vena, e che non riuscivano più a rientrare a casa. Inizialmente si pensava fossero due le persone in difficoltà, ma poi si è scoperto che c’era anche una terza persona.

Ultimo allarme quello lanciato da un 65enne nel Comune di Fiastra, in località Lame Rosse. Secondo alcune fonti, l’uomo stava arrampicando con un amico quando avrebbe avvertito difficoltà respiratorie. Sul posto è arrivato l’elicottero Icaro 2 del Soccorso alpino che l’ha recuperato.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close