News

Italia e Svizzera: sentieri senza frontiere

immagine

MILANO — Le meraviglie delle Alpi non devono avere confini. E sui sentieri vanno abbattute le frontiere. Ecco cos’hanno in mente la Regione Lombardia e il Club Alpino Italiano per proteggere ambiente, cultura e turismo alpino.

Una rete di sentieri che collegano Italia e Svizzera secondo una determinata omogeneità territoriale e vanno oltre le frontiere amministrative create dall’uomo. E’ questo il cuore del progetto "Via Alpina e Charta Itinerum", sviluppato dalla Regione Lombardia e dal Cai nell’ambito del programma Interreg IIIA.
 
Nel nome della valorizzazione delle territorio alpino, i due enti stanno lavorando perchè il progetto diventi la base per una futura collaborazione transfrontaliera tra Italia e Svizzera e incoraggino l’integrazione delle aree di confine.  
 
Si tratta di una scelta mirata a preservare il patrimonio ambientale e culturale delle zone di confine, ma, secondo i due enti, servirà anche a stimolare l’economia e gli scambi.
 
Dell’iniziativa si discuterà al Centro congressi Le Stelline di Milano, nel convegno
internazionale "Charta Itinerum – Alpi senza frontiere", in programma il prossimo 27 settembre 2006. E vedremo cosa ne pensa la Svizzera.
Fonti d’informazione: Regione Lombardia, Lineacadornaviadipace.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close