• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Medicina d'alta quota

Primo soccorso: traumi al torace

immagine generica

Una brutta caduta, una pietra che colpisce alla pancia, uno scontro tra motoslitte. I traumi all’addome o al torace sono meno frequenti di quelli agli arti ma sono molto pericolosi, perchè colpiscono una zona dove hanno sede numerosi organi vitali. Ecco come prestare le prime cure a chi ne ha subito uno.

Come prima cosa bisogna comunque valutare le condizioni del ferito secondo la procedura A-B-C-D, controllando le vie aeree, l’attività cardiopolonare e lo stato di coscienza del ferito.

Oltre al dolore all’addome e al torace accusato dal ferito, il soccorritore deve prestare attenzione a tutti i segni e i sintomi di fatica respiratoria e ad eventuali asimmetrie del torace.

Queste ultime sono spesso nascoste alla vista, soprattutto d’inverno a causa dell’abbigliamento pesante. E’ però molto importante rilevarle.

Nel caso in cui si riscontri l’urgenza di intervenire con le prime cure, bisogna osservare la massima prudenza nell’applicare bendaggi, che possono risultare d’ostacolo alla già compromessa capacità respiratoria.

E’ indispensabile, in questi casi, un’evacuazione rapida ed assistita. Soprattutto in caso di traumi chiusi, cioè senza ferite aperte, è infatti indispensabile l’intervento medico per scongiurare in tempi ridottissimi il pericolo di emorragie o danni interni che potrebbero anche risultare anche mortali.

Nel caso di ferite ed oggetti penetranti, bisogna ricordare che questi devono solo essere fissati e stabilizzati alla parete toracica. Mai rimuoverli!

Dott. Alessandro Calderoli

Istruttore Nazionale di Scialpinismo
Vicedelegato CNSAS VI Zona Orobica

 

documentprint mail-to
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.