Itinerari

Scialpinismo sul Monte Gardena

immagine generica

documentprint mail-to

Oggi le pelli di foca (in questo caso virtuali) vi accompagnano in un giro ad anello nelle Orobie bergamasche sul Monte Gardena. Una gita nello spettacolare anfiteatro della Concarena, molto gratificante per l’ottima sciata, da effettuare però con condizioni di neve stabile.

Partenza: Schilpario (loc. Fondi), 1260 metri
Dislivello: 860 metri
Difficoltà: BS (Buono Sciatore-alpinista)
Esposizione: varia
Tempo: 3 ore
Periodo consigliato: Febbraio-aprile

Dai Fondi di Schilpario, in Val di Scalve, si inizia a salire, seguendo fedelmente il tracciato della strada per il Passo del Vivione fino a alga Cimalbosco (Baita Rossa).

Da qui si continua verso destra, sulla strada che entra nel bosco, per circa un chilometro. All’uscita dal bosco bisogna piegare verso nord in un ampio vallone.
 
Superata una malga sulla sinistra e una baracca sull destra, puntare sempre verso nord in direzione di un rudere a quota 1.807 metri. Raggiunta l’ampia sella a quota 1.920 metri (Passo Vallusella-Glaiola), si deve piegare a destra per portarsi sull’ampia dorsale da seguire fino alla vetta del monte Gardena (2.117 metri).
 
In discesa si percorre a ritroso la dorsale fino all’imbocco del ripido canale orientato a est/nord-est in direzione del passo Giovetto. Poi, percorrere la Valle dei Teiassi fino a ricongiungersi all’itinerario di salita al tornante di Malga Cimalbosco.
 
Informazioni e sosta mangereccia consigliata presso il Rifugio Cimon della Bagozza, in Concarena, ottimamente gestito da Silvio Visini. Il rifugio sorge a quota 1.600 metri, e offre cucina casareccia a prezzi modici.
 
 
Domenico Fenio 
 
Itinerario gentilmente suggerito da On Ice, dove si possono trovare i report e le descrizioni di alcune interessanti varianti della gita.
Foto di Domenico Fenio.  

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close