Medicina e benessere

Eventi traumatici 1: valutazione scenario

immagine

A partire da questa settimana tratteremo il problema degli eventi traumatici che possono verificarsi durante le nostre gite in montagna: durante escursioni a piedi, con gli sci, o arrampicando. Un esperto del Soccorso Alpino vi illustrerà i principi di soccorso non organizzato che potranno aiutarvi, in caso di emergenza, ad affrontare questo tipo di situazioni.

 

Ogni operazione di soccorso inizia con la valutazione della scena in cui si è verificato l’incidente. Un’attenta valutazione è spesso premessa di un buon soccorso, sia se ci troviamo a doverlo affrontare che a doverlo comunicare a chi di dovere.

 
Lo scenario è da intendersi pericoloso a prescindere, visto che ha già ha favorito l’infortunio. Non va per questo sottovalutato e deve essere esaminato con la massima attenzione.
 
La prima, indispensabile, cosa da fare è pertanto pensare alla sicurezza e all’autoprotezione di coloro che saranno destinati al ruolo di soccorritori.
 
Una volta assicurati, bisogna valutare le possibilità di accedere all’infortunato, cercando di minimizzare i rischi della manovra e adottando tutti gli accorgimenti e le protezioni del caso.
 
In questo lavoro è utile evidenziare i fattori ambientali potenzialmente lesivi, quelli che ostacolano all’osservazione, pensare alle comunicazioni, alla progressione e all’eventuale trasporto del ferito.
 
Particolare attenzione deve essere dedicata a quei fattori che determinano la necessità di particolari materiali o dotazioni ad uso dei soccorritori, quali possono essere ramponi, corda, allestimento di un ancoraggio, eccetera. 
 
Si tenga presente che i più frequenti rischi correlati all’ambiente di montagna sono il terreno bagnato e scivoloso, la caduta sassi, il ghiaccio, l’esposizione sottovalutata, il possibile distacco di valanghe secondarie, il freddo che può ostacolare le azioni degli stessi soccorritori.
 
Nelle prossime puntate vedremo come valutare il trauma.
 
 
Dott. Alessandro Calderoli
Istruttore Nazionale di Scialpinismo
Vicedelegato CNSAS VI Zona Orobica

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close