News

In volo libero sopra le Ande: D’Arrigo vince la sua sfida

4 gennaio 2006 – Il progetto era ambizioso. Sorvolare le Ande a volo libero, alla maniera dei condor. E lui, Enrico D’Arrigo, già noto per aver volteggiato sull’Everest sfidando venti e altitudine, anche stavolta ce l’ha fatta.

 

"L’uomo aquila" ha vinto la sua sfida sorvolando il massiccio e le dell’Aconcagua, e la Cordigliera delle Ande sfruttando le correnti ascensionali generate dalla parete nord ovest.

 

La nuova impresa messa a segno da D’Arrigo, detentore del record mondiale di altezza in deltaplano trainato, era stata preparata con cura. ”Con questa missione – ha detto ai giornali – mi ero posto due obiettivi. Il primo era sorvolare, come ho fatto sabato, la montagna più alta d’America con il mio Delta Condor dopo l’impresa simile del 2004 sull’Everest". "Il secondo – ha aggiunto – è invece quello di superare in Argentina il mio primato di altezza di 9.000 metri in volo trainato raggiunto sull’Himalaya, cosa che tenterò fra qualche giorno”.

 

D’Arrigo, 44 anni, è accompagnato da una equipe scientifica di 12 persone. Durante le evoluzioni in quota non usa respiratore, ma una tecnica yoga denominata pranayama sperimentata presso il Centro di medicina aerospaziale dell’Aeronautica militare italiana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close