News

Incidente treno Finlandia: la ragazzina travolta era figlia di un boss

29 dicembre 2005 – Si tinge di giallo la vicenda dei due ragazzi italiani travolti da un treno nel nord della Finlandia, mentre attraversavano la tundra a bordo di una slitta. Secondo quanto riporta il quotidiano "Il Mattino" di Napoli la ragazza tredicenne rimasta uccisa sarebbe la figlia di un boss della camorra.

 

La giovane vittima napoletana sarebbe la figlia di Giuseppe Mallardo, boss dell’omonimo clan, in carcere da nove anni a L’Aquila con l’accusa di far parte del clan camorristico guidato dal fratello «Ciccio».

 

"La ragazzina – scrive il giornale – non conosceva il padre, non aveva mai saputo nulla di lui, delle sue attività e che era in carcere. Sabrina, era cresciuta con la madre e i nonni, lontana dalle brutte esperienze del padre, del quale aveva ignorato l’esistenza fino a pochi mesi fa". Una vita normale quella di Sabrina che – sempre secondo quanto riporta Il Mattino – aveva voluto con forza quel viaggio in Finlandia con la mamma Gilda.

 

Alla notizia della morte della figlia – scrive Il Mattino – Mallardo è scoppiato in lacrime. Entro sabato le salme di Sabrina e del giovane della provincia di Grosseto che era con lei sulla slitta torneranno in Italia. Per i funerali della figlia, Mallardo dovrà chiedere permessi particolari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close