News

Madonna di Campiglio, due gravi incidenti sulle piste nel giro di 24 ore

27 dicembre 2005 – Incidente mortale ieri sulla famosa pista «3tre» di Madonna di Campiglio. Un giovane sciatore di Macerata ha perso uno sci ed è finito contro un albero morendo sul colpo.

 

madonnacampiglioAugusto Carestia, questo il nome della vittima, aveva 24 anni. Ed era senza casco di protezione, un precauzione vivamente consigliata a tutti, non solo ai bambini.  «Era da due anni che gli dicevo di comprarselo», ha commentato il padre del giovane, un chirurgo di Macerata.

 

Inutile la corsa del soccorso alpino in servizio sulle piste. L’incidente si è verificato lungo la 3Tre, una delle più note di Madonna di Campiglio, nella cui parte finale – il canalone Miramonti – si svolge il classico slalom speciale di Coppa del mondo. Secondo gli esperti, si tratta di una pista difficile, adatta solo a chi sa sciare bene. 

 

Il giovane di Macerata – raccontano i familiari – era un bravissimo sciatore. La perdita di uno sci a cusa dell’improvvisa apertura di un attacco, però, gli è stata fatale. La caduta e l’impatto contro l’albero sono stati violentissimi. Tanto da rendere inutili gli interventi di soccorso, con l’elicottero.

 

Sulla pista il giovane non era solo. Poco distante c’erano il padre, la madre, le due sorelle e un gruppo di amici giunti nella località sciistica per una settimana bianca all’insegna dello sport e dell’allegria. 

 

E questa mattina, altro grave incidente, sempre a Campiglio. Uno sciatore è caduto dalla seggiovia da un’altezza di circa 10 metri. L’uomo è stato ricoverato con politraumi all’ospedale S. Chiara di Trento. Non pare in pericolo di vita.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close