News

Pakistan, montagne di tesori nascosti

20 dicembre 2005 – La cosa non è delle più note. Ma in Pakistan, nelle zone settentrionali – e più insidiose – del Paese, ci sono alcuni dei più grandi giacimenti di pietre preziose al mondo. Riserve finora inutilizzate.
 

Smeraldi, rubini, peridoti, acquamarina, topazi. Per una quantità valutata intorno agli 800mila carati di rubini, 875mila carati di smeraldi e ben 5 milioni di carati di cristalli di peridoti.
 

Secondo un recente studio economico, il Pakistan  sarebbe il quinto Paese al mondo per la produzione di pietre preziose, sebbene il suo peso sul mercato internazionale rimanga fisso solo allo 0,31 per cento.
 

Per uscire da questa impasse, il Governo avrebbe deciso di intraprendere una nuova politica, volta ad incrementare il mercato delle pietre preziose. Rinunciando ai diritti doganali sulle importazioni di apparecchiature per la lavorazione delle pietre, innanzitutto. E assegnando le autorizzazioni all’estrazione senza alcun onere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close