News

Anti-Tav, nuovi scontri in Val di Susa

8 dicembre 2005Oltre 30mila persone sono in marcia verso Venaus per la manifestazione anti-Tav dopo che stamattina ci sono stati pesanti tafferugli con le forze dell’ordine.

 

Al bivio Passeggeri un cordone di carabinieri e polizia ha impedito il passaggio al corteo. I manifestanti hanno cercato di sfondare il blocco e ci sono stati scontri pesanti. 

 

Il corteo ha ripreso la sua marcia sulla strada statale del Moncenisio, cercando di raggiungere Venaus attraverso mulattiere e vecchi sentieri partigiani. 

 

Intanto sulla vicenda è intervenuto il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. ”La Tav è un’opera cui non si può rinunciare e che ha tutte le garanzie dal punto di vista ambientale” ha detto il premier conversando con i cronisti a Palazzo Grazioli. Berlusconi ha poi aggiunto: ”Forse su questo non c’e’ stata sufficiente comunicazione”. Intanto Casini auspica un ritorno al dialogo mentre Pera mette in guardia contro infiltrazioni eversive nei cortei

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close