News

Mercatini e presepi, nelle città di montagna è già aria di Natale

29 novembre 2005 – Mancano ancora un bel po’ di giorni al 25 dicembre. Ma in tutta Italia è già scoppiata la mania "mercatini di Natale". Tutte le regioni si stanno organizzando per offrire ai turisti suggestive mostre di presepi, alberi, bocce, candele e quant’altro serva a "scaldare" questo periodo dell’anno.

 

Ecco alcune delle manifestazioni da non perdere. Il Friuli Venezia Giulia offre mercatini con oggetti tipici del Natale a volontà, per tutto il periodo natalizio e fino all’Epifania. Ci saranno mercatini nella zona montana di Villa Santina, Arta Terme e Sauris, in Carnia, e dalla Val Canale alla pedemontana pordenonese.

 

mercatiniMa anche sul versante dei presepi non si scherza. A Brazzacco di Moruzzo (in provincia di Udine) la notte di Natale saranno ben 120 le comparse impegnate in un presepe vivente . Ad Ara di Tredicesimo invece sarà installato uno dei più grandi presepi all’aperto del mondo. E poi decine le esibizioni di presepi animati e presepi storici a Grado (Gorizia), Perteole di Ruda (Udine), Gemona (Udine), Poffabro (Pordenone), Cornino di Forgaria (Udine), Ravascletto (Udine) e Castelmonte (Udine).

 

Cambiando regione il Villaggio di Natale Flover a Bussolengo (Verona) è un capolavoro d’ambiente e magia ed è considerato il miglior mercatino del nord-est. Visitandolo avrete l’impressione di essere immersi in un borgo medievale, grazie alla ricostruzione della cinta muraria fortificata, e ad un bosco incantato dove si incontrano gnomi e folletti che costruiscono giocattoli per i bambini.

 

Imperdibile il celeberrimo Christkindlmarkt di Bolzano giunto alla quattordicesima edizione. Fra profumi, aromi al vin brulé, squisitezze della pasticceria natalizia e musica natalizia. Al mercatino dell’artigianato in piazza Municipio troverete mille e mille decorazioni della casa. Per l’occasione, la piazza sarà animata da una giostra e, nei fine settimana, da concerti e proposte culturali.

 

Più o meno lo stesso accade a Merano, Brunico, Trento, Vipiteno e Bressanone dove alla suggestione di un presepe antico di  800 anni, si aggiungono incantevoli decorazioni tradizionali da ammirare sulle bancarelle di Piazza del Duomo. Da non perdere poi il museo dei presepi di Palazzo vescovile e il mercatino con gli stand della tradizione sudtirolese.

 
 

  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close