News

Tragedia Annapurna. Mondinelli: “Evento straordinario”

24 ottobre 2005 – Sono ancora frammentarie le notizie sulla tragedia nel Nepal nord occidentale. Probabilmente avvenuta nei giorni passati, se ne è avuto notizia soltanto nella giornata di ieri. Sarebbero undici, stando a indiscrezioni non ancora confermate, le vittime della valanga che ha sorpreso la spedizione francese sul monte Kang Guru, nella zona dell’Annapurna conservation area. Secondo fonti BBC, invece, non ci sarebbero possibilità di trovare sopravvissuti. I 18 scalatori – sette francesi e undici nepalesi – potrebbero essere già tutti morti, nonostante le ricerche continuino.

La dinamica dell’incidente non è ancora chiara. Secondo le prime indiscrezioni una massa di neve si sarebbe improvvisamente abbattuta sul campo base della spedizione. I soccorritori sono sul luogo per cercare di recuperare cadaveri e superstiti. Le autorità di Kathmandu hanno affermato di aver perso il contatto con il team di scalatori mercoledì, dopo che la valanga, seguita alle forti precipoitaziooni nevose, ha investito il campo base del Kang Guru.

Le squadre di soccorritori, composte da sherpa specializzati, starebbero lavorando senza l’ausilio dei cani. I soccorsi confidano in una finestra di bel tempo per poter continuare le ricerche.

Di certo nei giorni scorsi è piovuto moltissimo nella zona della capitale, Kathmandu, e le precipitazioni si sono trasformate in neve sulle vette.

"Quella valanga è un evento strano. Così come è strano che abbia nevicato così tanto in questo periodo", è stato il commento, quasi stupito, di Silvio "Gnaro" Mondinelli, raggiunto telefonicamente a Kathmandu dalla nostra redazione. Reduce dalla salita allo Shisha Pangma e dalle precedenti ascensioni all’Annapurna, l’alpinista bresciano esprime il suo stupore per quanto accaduto sulle pendici del Kang Guru.

"Inspiegabilmente – continua Mondinelli –  sulle montagne è scesa davvero tanta neve per questo periodo. Abbiamo visto le cime innevate dall’aereo, due giorni fa scendendo da Lhasa. Davvero impressionante. Già qualche anno fa si era verificata una situazione simile. Il maltempo aveva fatto anche allora dei morti e in poco tempo erano caduti 4 o 5 metri di neve".

"Adesso però è tornato bello. Fuori splende il sole. Chissà se dovremo aspettarci dal tempo qualche nuova sortita. Anche qui come un pò in tutto il resto del mondo il clima ogni tanto sembra impazzire".

nella foto, il monte Kang Guru

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close