News

Funghi, due persone avvelenate nel Bergamasco

26 settembre 2005 – E’ l’ennesimo episodio, drammatico, quest’anno. Due persone di Vertova, in provincia di Bergamo, sono ricoverate in gravi condizioni dopo avere mangiato funghi velenosi.

 

L’intossicazione risale a venerdì scorso quando Giovanmaria Paganessi, 74 anni, e la moglie Stefania Soba, 44, hanno mangiato funghi raccolti presumibilmente nei boschi della zona.

 

Gli effetti non hanno tardato a manifestarsi: dolori addominali e nausea. La mattina dopo i coniugi sono stati ricoverati all’ospedale di Alzano Lombardo per i primi accertamenti. Il centro antiveleni dell’Asl ha esaminato gli avanzi del pranzo risalendo all’intossicazione da Amanita falloide. È iniziato così il trattamento farmacologico per contrastare l’effetto delle tossine.

 

Le condizioni dei due sono gravi: il primo è ricoverato al policlinico di Ponte San Pietro, mentre la donna si trova a Bergamo. Entrambi sono in Rianimazione in prognosi riservata.

 

Ad agosto sempre in provincia di Bergamo, un pensionato del Pavese aveva raccolto esemplari di Cortinarius orellanus nei pressi di Rizzoli, frazione di Ardesio. Lui è la moglie si sono salvati ma dovranno sottoporsi a dialisi tre volte alla settimana.

 

 

 nella foto, la micidiale amanita falloide

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close