News

Svizzera, allerta encefalite in montagna

21 settembre 2005 – C’è allarme sulle montagne della Svizzera per il moltiplicarsi di casi di encefalite provocata dalle zecche. L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) ha registrato dall’inizio dell’anno sino a metà agosto almeno 141 casi.

 

lucernaSi tratta di un numero preoccupante: il 55 per cento in più rispetto agli episodi registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Stando alle previsioni dei sanitari, entro la fine dell’anno si dovrebbero raggiungere i 200 casi. I maggiori incrementi vengono segnalati nei cantoni di Argovia, Lucerna (nella foto), San Gallo e Zurigo.

 

Intanto l’Ufsp brancola nel buio."Non siamo ancora in grado di spiegare la maggiore attività delle zecche", ha detto un responsabile dell’Ufficio alla stampa. Secondo l’autorità federale la coscienza del problema presso la popolazione non sarebbe comunque ancora sufficientemente sviluppata. Mentre occorrerà vaccinare tutte le persone che risiedono nelle zone a rischio.

 

Di solito, le punture delle zecche provocano la malattia di Lyme (o borreliosi di Lyme) che ogni anno contagia circa 3000 persone in tutta la Svizzera. Molto più preoccupante invece l‘encefalite, che pare concentrata solo in alcune zone del nord delle Alpi.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close