• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Sicurezza in montagna, arriva il satellite

29-07-2005 Vi ricordate la favola di Pollicino? Quella in cui il bambino ritrovava la strada nel bosco grazie a pezzetti di pane lasciati lungo il percorso? Bene, dimenticatevi libri e panini. Perchè, da oggi, per districarsi fra boschi e sentieri, cime e pinete arriva la tecnologia.

 

Domani sera a Piazza Brembana, in provincia di Bergamo, verranno presentate due nuove apparecchiature per la sicurezza in montagna. Frutto della collaborazione di diversi esperti del settore dell’elettronica, della mappatura e del soccorso alpino. E finanziate dal progetto "Montagna sicura" dell’Unione Europea.

 

palmareLa prima novità è un piccolo palmare – denominato Gps discovery – collegato a un sistema satellitare Gps in cui è stata inserita una mappa dettagliatissima della Valle Brembana. Oltre ai sentieri di montagna sono indicati itinerari artistici, storici e ambientali. L’utente viene guidato passo passo alla meta prefissata, secondo l’itinerario prescelto. Proprio come accade per i navigatori satellitari delle automobili. 

 

Il secondo apparecchio, invece, è un telefonino satellitare modificato, che comunica in maniera autonoma la sua posizione a una centrale operativa. Indiscutibile la sua utilità in caso di incidenti o infortuni, resta da capire chi farà la centrale operativa.

 

I primi modellini del Gps discovery verranno provati in una caccia al tesoro, domani a Piazza Brembana.

 

Difficile valutare le prospettive industriali del prodotto. Di certo, nel prossimo futuro, perdersi in montagna sarà praticamente impossibile. Grazie a tanta, tanta tecnologia. Ma vuoi mettere Pollicino?

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.