Itinerari

Alla scoperta della Val Formica, nelle Prealpi bergamasche

Bella escursione a bassa quota in una vallata poco nota a breve distanza da Bergamo. Tra boschi e villaggi dimenticati

Il territorio tra Nembro e Alzano Lombardo a pochi passi da Bergamo nella bassa Val Seriana sembra un concentrato di abitazioni e opifici percorrendo la vecchia strada che risale la valle. Basta però allontanarsi di pochi chilometri dalle trafficate direttrici di fondovalle per trovare oasi di pace e piccoli villaggi prealpini quasi disabitati. Risalendo da Alzano il corso del torrente Nesa, si incontrano diverse frazioni tra cui la località Busa, dove il corso d’acqua si dirama in due rami secondari. Di particolare interesse il ramo che si sviluppa in direzione Nord e comprende le frazioni Burro, posta sulla destra orografica della valle a circa 550 metri, e sull’opposto versante Brumano. Salendo ancora si trova Monte di Nese, adagiato su una terrazza naturale in posizione panoramica prossima agli 800 metri, villaggio circondato dai monti Cavallo, Filaressa e Colletto.

Il torrente Nesa, affluente del Serio, ha nel tempo scavato l’omonima valle, detta anche Val Formica, e raccoglie le acque di numerosi piccoli rivoli composti dalle acque in eccesso provenienti dai monti circostanti. L’origine del nome dovrebbe derivare dal sostantivo latino amnis, che starebbe ad indicare una corrente impetuosa, un torrente rapido. Durante il suo corso il torrente crea infatti un notevole numero di piccole cascate, pozze e forre, meta estiva di un gran numero di persone alla ricerca di refrigerio. 

L’itinerario

Numerosi sono i punti di attacco per compiere un giro ad anello della Val Formica ma se si vuole risparmiare un po’ di salita cisi può incamminare da Burro, frazione di Alzano Lombardo. Partendo dal segnavia CAI n° 532 si scende verso la parte bassa del borgo fino al torrente Nesa che si attraversa su un vecchio ponticello. Una ripida mulattiera porta alla minuscola frazione di Brumano (559 m) da cui si prende quota decisamente lungo una traccia nel bosco che nasconde alla vista le spettacolari “buche di Nese“, conosciute anche come “pozze di Burro”.

Superata Lonno si prosegue lungo il sentiero 534 verso Salmezza, frazione di Nembro e probabile patria del pittore cinquecentesco Enea Salmezza detto “il Talpino”, evitando così la salita al Monte Podona. Salmezza si trova in una conca naturale situata ad un’altezza di 1030 metri tra il monte Podona e il Monte Filaressa, dominato dalla chiesa di San Barnaba edificata nel corso del XVI secolo. Oggi quasi disabitato, un tempo il villaggio era centro di traffici commerciali poiché da questi luoghi passava la via Mercatorum, utilizzata da commercianti e viandanti per giungere in Val Brembana. Da Salmezza lungo il sentiero 531, che passa per la panoramica cima del Monte Filaressa (1134 m), si raggiunge il villaggio Monte di Nese.
Alternativa è imboccare il sentiero 533 più basso ma altrettanto interessante che raggiunge sempre Monte di Nese. Continuando la traccia che attraversa il centro abitato si scende nuovamente a Burro tornando al punto di partenza. 

Partenza e arrivo: loc. Burro, frazione di Alzano Lombardo (BG)
Dislivello: 558 m
Percorrenza: 4 ore
Difficoltà: facile/media

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close