News

Piemonte: la montagna (davvero) per tutti

immagine

TORINO — Prosegue a gonfie vele il progetto "Una montagna per tutti: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano". L’iniziativa di cooperazione transfrontaliera italo-francese ha lo scopo di favorire l’accesso alle zone montane per le persone disabili o con difficoltà sensoriali. Per permettere a tutti di trascorrere delle giornate all’insegna della natura e del divertimento.

Il progetto – nato nel quadro del protocollo Alte Valli, l’accordo tra sei Comunità Montane della Provincia di Torino e sei Communautè de Communes francesi e realizzato dalla Comunità Montana Val Sangone con la Communautè de Communes du Briançonnais e la Provincia di Torino – è giunto a metà del guado.
 
L’iniziativa si propone non solo di realizzare alcuni adeguamenti strutturali dei territori montani, rendendo la montagna più accessibile anche ai soggetti sociali più deboli, ma soprattutto di accrescere una diversa e più adeguata cultura dell’accoglienza in un ambiente rassicurante.
 
Tra gli interventi già realizzati ci sono: la casa di accoglienza della borgata Maddalena a Giaveno, il treno per persone con disabilità motoria nelle comunità delle Valli Chisone e Germanasca, i programmi di ippoterapia in Val Sangone, le facilitazioni per passeggiate rivolte ai disabili in alta Val Susa e il progetto "Handipeche" per la pesca delle persone con disabilità sul versante francese del Monginevro.
 
Il progetto si concluderà entro il 2006.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close