News

Val di Mello: comincia la raccolta di firme per salvare la valle

immagine

SONDRIO — Il comitato in difesa della Val di Mello ha iniziato la raccolta firme contro il progetto della Geogreen spa di captare  -TUTTI ! – i torrenti che alimentano la valle.

Progetto folle, sconcertante dal punto di vista ambientale, paesaggistico, turistico e storico. E persino ecomomico, visto che andrà a compromettere irrimediabilmente il turismo che è  la fonte principale di sostentamento delle popolazioni locali.
La Val di Mello piccola "valle monumentale" riconosciuta in tutto il mondo per le sue straordinarie qualità paesaggistiche, si è salvata negli anni Sessanta dalle captazioni dell’Enel, dalle speculazioni edilizie, dalle cave, dalle strade, dalle arginature in cemento…
Da quarant’anni è tutelata da leggi dello Stato. Dal Decreto Ministeriale del 16 novembre 1973 che la individua come "zona di notevole interesse pubblico: un quadro panoramico alpino di rara bellezza e incontaminato con magnifica vegetazione di faggi, abeti e betulle formato in primo piano da verdi pascoli e acclivi e ricchi di acque, tesi verso i monti che seguono la valle, punteggiato da massi erratici  e da casolari sparsi e malghe che costituiscono un suggestivo e caratteristico aspetto, fuso con la natura, avente valore estetico e tradizionale"…
Diventata area SIC (Sito di Interesse Comunitario), facente parte del nascente Parco del Bernina Badile Disgrazia, promossa a Monumento Naturale…
Questo patrimonio ambientale non può finire nel 2006 distrutto per l’interesse speculativo.
Salvare la Val di Mello è una questione di "buon senso" è un dovere di ogni cittadino, è una forma di riscatto verso tutte le speculazioni che hanno devastato il nostro territorio è fissare un punto oltre il quale non si può andare. Per la nostra dignità e per lasciare alle future generazioni l’ultimo meraviglioso giardino delle nostre Alpi.
 
Jacopo Merizzi
Comitato in difesa Val di Mello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close