News

Val di Mello: cari amici, dateci una mano

immagine

SONDRIO — Cari amici, sembra davvero impossibile ma lo spettro della Val di Mello prosciugata di ogni sua fonte è tornata drammaticamente attuale.

Il Tribunale Superiore delle Acque ha dato il via libera alla Geogreen S.p.A di proseguire il suo progetto di captazione di TUTTI i torrenti della Val di Mello con la costruzione di una grande centrale idroelettrica.
 
La Val di Mello rappresenta un ambiente unico in Europa, di straordinario interesse paesaggistico, storico e naturalistico.
 
Sono centinaia di migliaia i turisti che ogni anno la visitano, sono decine le pubblicazioni che la riguardano, sono quasi una decina anche le leggi che la tutelano a cominciare dal Decreto Ministeriale 16 novembre 1973: "….Riconosciuto che la zona predetta ha notevole interesse pubblico perchè rappresenta un quadro panoramico alpino di rara bellezza e incontaminato, con la magnifica vegetazione di faggi, abeti e betulle formato in primo piano da verdi pascoli acclivi e ricchi di acque, tesi verso i monti che seguono la valle, punteggiato da massi erratici e da casolari sparsi e malghe che costituiscono suggestivo e caratteristico aspetto fuso nella natura, avente valore estetico e tradizionale…".
Contro questo folle progetto già nel 2004 abbiamo raccolto 6000 firme in una settimana, trovato l’appoggio di TUTTE le forze politiche, i più importanti quotidiani nazionali, i più noti alpinisti del mondo e il sostegno di gran parte degli amministratori locali…
 
Che altro possiamo fare per fermare questo assurdo e folle esempio di masochistica idiozia italiana?
 
Da parte nostra si ricostituirà il comitato spontaneo di difesa della Val di Mello  che diffonderà tempestivamente ogni notizia al riguardo. Si batterà con ogni mezzo possibile perché questa "Piccola Valle Monumentale" rimanga un luogo incantato per noi e per le prossime generazioni. Organizzerà eventi ed atti per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica. Promuoverà dibattiti, incontri, filmati. Agirà più rapidamente possibile perché la Val di Mello sia inserita tra i siti di “Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Umanità”.
 
Ma  abbiamo  bisogno di voi, dobbiamo essere uniti e determinati: diffondiamo la notizia e prepariamoci alla più radicale ed intelligente opposizione.
 
Jacopo Merizzi
responsabile www.valdimello.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close