News

Avvistato in Val di Fassa un branco di 5 lupi…di legno!

In Val di Fassa è stato avvistato di recente un branco di lupi. Gli esemplari risulterebbero essere 5. La zona della comparsa è nel dettaglio il Buffaure, zona escursionistica a 2.000 metri raggiungibile dall’abitato di Pozza di Fassa, comune di Sèn Jan. La popolazione locale non sta dimostrando alcun timore. Dopotutto sono fatti di legno! 

 

Si tratta di una mirabile opera di land art, realizzata dall’artista Francesco Franz Avancini, che non è nuovo alla realizzazione in ambiente di sculture raffiguranti animali alpini. Così come il Buffaure non è nuovo alla sua arte. Il branco va infatti ad aggiungersi alle opere realizzate nel corso del 2021, tra cui spiccano una bregostana (figura femminile che secondo la tradizione latina e trentina aveva l’abitudine di rapire i bambini avventuratisi nei boschi da soli), troni giganti, maxi sdraio e panche artistiche ispirate agli animali.

Un branco di 5 lupi imponenti

Il branco di lupi è realizzato sul crinale sopra la conca del Buffaure. Si tratta di cinque esemplari molto imponenti – sei metri di lunghezza per quasi due di altezza – ricoperti da un intreccio di rami recuperati dal suolo dei boschi locali: un misto di larice, abete e altre piante della zona.

Per ogni lupo – spiega Avanciniio e i miei collaboratori Igor e Simone  abbiamo utilizzato tre trattori di legna, con cui siamo andati a foderare, intreccio dopo intreccio, la struttura in ferro precedentemente realizzata. Ci sono voluti circa sei giorni a soggetto: abbiamo recentemente ultimato il terzo ed entro la fine della prima settimana di agosto il branco sarà definitivamente completo, con tutti gli ultimi dettagli e rifiniture”.

Una precisazione doverosa perché, nonostante le numerose foto che inevitabilmente hanno iniziato a circolare in rete, vista la  grande curiosità dei turisti passati per la zona, l’opera “scomposta” va considerata nella sua interezza e, di fatto, non è ancora conclusa.

Una volta terminata, il progetto artistico proseguirà entro la fine dell’estate con la realizzazione di nuove sculture, che arricchiranno ulteriormente l’esperienza del visitatore in quota e contribuiranno ad aumentare la notorietà di quest’area della Valle di Fassa, come dimostrano i numeri in crescita delle presenze.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close