Meteo

Sarà un ponte del 25 aprile di pioggia e neve sulle Alpi

Il fine settimana del ponte del 25 aprile sarà caratterizzato da una certa instabilità con il maltempo che farà da padrone, in particolare nel Centro-Nord. Le precipitazioni maggiori si avranno in particolare sulle regioni centrali e nordorientali, mentre sul Nordovest si limeranno a una debole intensità. Certamente una nuova boccata di aria dopo l’inverno secco che abbiamo trascorso, ma ancora decisamente insufficiente per risolvere il deficit pluviometrico accumulato nei mesi scorsi.

Cosa aspettarci 

La giornata di oggi si apre con piogge su Liguria, Emilia-Romagna, bassa Lombardia, Trentino, Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Fenomeni di intensità più debole sul basso Piemonte. Aperture da partire da ovest durante la giornata. Meteo instabile sulle zone interne delle regioni centrali. Prevista neve sull’Appennino dai 1700/1900m.

L’arrivo di una nuova perturbazione farà tornare sabato la pioggia dopo le aperture di venerdì nell’area Nordest. Maggiormente interessate alle precipitazioni saranno le aree alpine e prealpine. Neve in montagna con la quota neve a 1800 metri. Continua anche domenica l’instabilità al Nord e sulle regioni centrali. L’abbassamento delle temperature abbasserà il limite neve sulle Alpi a 1200/1440 metri di quota.

Le tendenze per lunedì 25 aprile (è presto per avere delle previsioni) suggeriscono l’inizio di schiarite alternate a nuvole e rovesci sparsi.

Pericolo valanghe

Attenzione al rischio di valanghe sulle Alpi. Secondo i bollettini di Meteomont i livello di pericolo valanghe andrà ad aumentare nella giornata di domani. In particolare, nel settore delle Alpi Cozie, Alpi Marittime, Alpi Liguri settentrionali si asseterà a un livello 4, su 5. Anche nel settore piemontese il livello passa da moderato a marcato.

I bollettini sono in aggiornamento in queste ore, si consiglia quindi di consultarli sempre prima di intraprendere qualsiasi gita così da avere una situazione aggiornata della condizioni locali della neve.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. gli intenditori vanno in montagna ugualmente.., la pioggia ha il suo fascino e pure la neve umida acquosa..Basta ripararsi e poi avere nell’alloggio una stufa a legna.La burocrazia ci mette lo zampino:le stufe devono essere omologate..ma tranquilli, di sera si pu’ fare.

  2. Quindi, data la perdurante precedente siccità, BEL TEMPO.Pazienza se non si potranno tenere le grigliate in luoghi aperti.. ci sono pur sempre agritur e rifugi e ristoranti…meglio se con caminetto acceso.

  3. Non ostante queste previsioni..gruppo di escursionisti scout “sorpresi”da bufera di neve in zona passo alto, soccorsi dal CNSA zona apppenninica, alcuni in ricovero per ipotermia. grave.Oltre a cio’ abbigliamento inadeguato.I giornali quitidiani locali e nazionali..aggiungono altre considerazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close