Arrampicata

Stefano Ghisolfi in azione sull’ultima parte di “Change”

Facile ma da non sottovalutare

Dopo aver superato in compagnia di Stefano Ghisolfi i due passi chiave di Change, il tremendo 9b+ di Flatanger, è arrivato il momento di affrontare l‘ultima parte della via. Una sezione apparentemente facile, ma da non sottovalutare.

In azione sulla parte finale di Change

Superato il secondo crux, un aggancio di ginocchio consente di fare una sosta e riprendere fiato. La sezione che Stefano si appresta ad affrontare, se ricordate dai precedenti episodi, vedeva inizialmente la mancanza di alcuni spit che il climber torinese ha dovuto ripristinare. Un’impresa non facile come spiega dettagliatamente nel video. La causa più probabile di tale inconveniente potrebbe essere rappresentata dal vento. “Dopo 8 anni che nessuno ha provato la via, il vento ha svitato gli spit”, ipotizza Ghisolfi.

La prima parte dell’ultimo tratto di Change è il più impegnativo. Seguito da un ottimo aggancio di ginocchio che consente di liberare entrambe le mani. A seguire le cose diventano più facili. Anche se la via sembra non finire mai.

L’intero secondo tiro è stimato attorno al 9a, componendosi di un primo boulder 8A, un buon riposo e poi un tratto 8b+ fino in cima. Lungo l’ultima parte da 8b+ Stefano racconta di aver dovuto modificare più volte il beta. Il miglior beta sarà chiaro nel prossimo video della serie “Way to Change” che descriverà la salita completa.

Ad un certo punto Stefano si trova di fronte a un bivio. Proseguire verso destra o verso sinistra? La soluzione più facile è tornare a terra e contattare direttamente Adam Ondra per chiedere dove sia passato durante la sua salita. La risposta è a sinistra, con un movimento dinamico un po’ rischioso. Nella salita finale, racconta Ghisolfi, ha rischiato di cadere proprio su questo passaggio. “Sarebbe stata davvero una delusione”, dopo aver completato il 90% di Change.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close