Arrampicata

Adam Ondra e il meteo avverso a Margalef

"Se non fosse per il COVID sarei già a casa"

Una breve pausa di qualche giorno e si torna in parete su Perfecto Mundo a Margalef. Questa era l’intenzione espressa da Adam Ondra la scorsa settimana, fiducioso di poter recuperare, allontanandosi temporaneamente dalle insidiose tasche dell’indomabile 9b+, energia e fiducia nelle proprie capacità. Non aveva messo in conto il meteo, che pare voler rendere la sfida ancor più complessa di quanto già non sia.

“Non sono sicuro di aver mai investito così tanto tempo nel controllare le previsioni meteo come sto facendo qui a Margalef – racconta Adam – . Osservo alcuni segnali come l’umidità delle pareti vicine o l’umidità della strada, per capire se le condizioni possano essere abbastanza buone da fare un tentativo. Umidità bassa e vento da Nord sono la chiave di tutto. Alcune volte mi ritrovo seduto alla base della falesia in attesa di un vento che non arriva mai. Altre volte decido di provare lo stesso Perfecto mundo, per poi capire che era totalmente inutile. Altre ancora finisco per allenarmi in serata. Alcuni giorni mi dico semplicemente ‘sarebbe bello arrampicare oggi” e metto la testa fuori alla ricerca di pareti più aperte e asciutte”. 

Il nuovo video mostra proprio una giornata tipo di quelle che sta vivendo, in funzione del meteo avverso. La pioggia è cessata, ma la roccia della falesia di Margalef è naturalmente molto umida. L’ottimismo c’è da dire che non manca. “Forse le previsioni sono corrette e arriverà il vento! In tal caso tutto può cambiare in un minuto”.

Un’ora più tardi l’ottimismo inizia a vacillare. “Siamo qui ad aspettare il vento che non arriva e probabilmente le condizioni peggioreranno”. E le previsioni per i 10 giorni a venire risultano pessime. “Dobbiamo lasciar stare tentativi seri per i prossimi 10 giorni”.

“Vorrei quasi andare a casa, allenarmi e poi ritornare qui quando il meteo sarà almeno soddisfacente”, ammette affranto Adam. “Se non fosse per il COVID sarei già a casa, è tutto inutile”

Per combattere l’improvvisa depressione non resta che cercare nuove vie da arrampicare, su pareti più asciutte nonostante il tempo pessimo. Directa Rodillar (8c+/9a) può andare più che bene.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close