Arrampicata

Alexander Megos flash sul 9a di Arco “Underground”

Alexander Megos conferma in questa estate di essere in gran forma. Dopo aver liberato a inizio agosto il secondo 9c al mondo, Bibliographie, sulla falesia di Céüse, in Francia, negli scorsi giorni ha realizzato una salita flash del 9a Underground ad Arco di Trento. Via liberata sulla falesia di Massone da Manfred Stuffer nel 1998.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I did many trips to Arco but I was always saving this one for a potential flash try. I thought maybe I would feel ready one day. Turns out sometimes you just have to go for it! After doing “Claudio Caffè” second try this morning I thought I might as well just go for Underground today. Big thank you to @cesar_grosso for giving me perfect beta and showing me all the moves and to @dickikorb for standing in that hole to belay us. 🙏🏼 Here the last crux of the route on camera. Unfortunately we didn’t film the whole send… 😔 @patagonia_climb @redbullgermany @goretexeu @tenayaclimbing @cafekraft_nuernberg @dmm_wales @sterlingrope @frictionlabs @fazabrushes #stylefirst #carrotsforpower

Un post condiviso da Alexander Megos (@alexandermegos) in data:

Una salita cui Alex ha pensato a lungo, come racconta nel post pubblicato sui social il 14 settembre, a corredo del video che lo mostra impegnato sul passaggio chiave della via. “Purtroppo non siamo riusciti a filmare l’intera salita”, dichiara con una punta di rimpianto.

“Ho fatto vari viaggi ad Arco ma mi sono sempre tenuto da parte Underground per un potenziale tentativo di salita flash. Ho sempre pensato che un giorno mi sarei sentito pronto. A volte devi solo decidere di provarci. Dopo aver salito nella mattinata al secondo tentativo ‘Claudio Caffè’, ho pensato che fosse il giorno giusto per tentare Underground”. Averla chiusa in pochi secondi dimostra che davvero fosse il giorno giusto.

Un grande ringraziamento da parte del portentoso climber tedesco va al brasiliano Cesar Grosso, “che mi ha fornito un beta perfetto e mi ha mostrato tutti i movimenti da realizzare”. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close