Arrampicata

Adam Ondra e Seb Bouin sfidano il 9a+ “La Moustache qui Fache”

Dopo settimane dedicate alla preparazione indoor in vista della sfida di Coppa del Mondo Lead di Briançon, una volta giunto in terra francese Adam Ondra ha deciso di godersi le pareti locali. Come obiettivo ha scelto il 9a+ La Moustache qui Fache a Entraygues. Insieme a lui anche l’amico Seb Bouin, esperto della via della cui ha realizzato a fine agosto la quarta salita dopo Oddo, Ghisolfi et Parmentier. Dunque pronto a fornire i giusti suggerimenti ad Adam. Una avventura tra amici raccontata nell’episodio 82 della serie “Road to Tokyo”.

Una coppia perfetta per un giorno perfetto

Il pensiero di provare “La Moustache qui Fache” flash ha gravitato nella mente di Ondra per anni. La gara di Briançon è diventata l’occasione per tentare di realizzare l’impresa. “Oggi tutto sembra perfetto”, afferma prima di intraprendere il suo tentativo sotto lo sguardo attento di Seb.

Entraygues è un settore, come sintetizza Bouin, “da sogno” per i climber nella stagione estiva. Falesie su cui arrampicare tutto il giorno all’ombra, con un bel venticello e una vasta scelta tra vie gradate dal 6a/6b al 9a+. La puntata è stata girata prima del successo sulla via di Sébastien, che infatti racconta di averla tentata più volte nel mese di agosto, cadendo puntualmente sugli ultimi movimenti e procurandosi un piccolo trauma alle dita che lo ha costretto a rimandare nuovi tentativi. La giornata con Adam deve averlo caricato nel modo giusto per realizzare il suo progetto.

“In ogni caso conosco i movimenti. Adam mi ha chiesto di fornirgli tutti i dettagli possibili per il suo tentativo flash”. E da vero amico Seb non avrebbe potuto risultare più felice della richiesta.

Via al tentativo flash

Alle 2:27 del pomeriggio ha inizio il tentativo flash di Ondra. Che si conclude dopo un buon avvio con il grido in caduta “sono un idiota”.

Un secondo e un terzo tentativo falliscono ancora una volta a causa della difficoltà di Adam di trovare un giusto appiglio per procedere oltre, seguendo il beta fornito da Seb. Per l’ultimo tentativo decide di scostarsi dal beta cercando una soluzione alternativa per superare l’ostacolo. Niente da fare neanche al quarto tentativo. La via non vuole concedersi a una salita flash.

Una sconfitta? Giammai. “L’arrampicata è un bel gioco”. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close