Film

“Gasherbrum – La montagna di luce”

La 68esima edizione del Trento Film Festival ha visto insignire del Gran Premio IAMF 2020 il regista Werner Herzog. Esplorazione, montagna e rischio gli elementi costanti nelle opere di Herzog che hanno orientato la scelta della Giuria dell’International Alliance for Mountain Films. Elementi che permeano anche uno dei fil a firma del regista tedesco maggiormente amati dagli appassionati di alpinismo: “Gasherbrum – La montagna di luce” (titolo originale: “Der Leuchtende Berg”, Germania, 1985, 45′). Pellicola disponibile in versione originale e integrale, con sottotitoli in italiano, su Youtube.

Un documentario in cui Herzog documenta la spedizione di Reinhold Messner e Hans Kammerlander ai Gasherbrum I e II, avvenuta nell’estate del 1984. Scopo dei due alpinisti è la traversata in stile alpino delle due vette, senza bombole d’ossigeno, senza campi d’alta quota, portando con sé il solo zaino. Una impresa mai realizzata prima.

Il film segue le fasi di avvicinamento, la permanenza al campo base, la partenza per la vetta, il ritorno dalla vetta ed il periodo successivo. L’attenzione del regista, più che sugli aspetti tecnici, si concentra sugli aspetti psicologici. Con particolare riferimento a Reinhold Messner. Durante la preparazione alla salita, Herzog ha infatti occasione di parlare con Messner di spedizioni organizzate nel passato, toccando anche il punto dolente della tragedia sul Nanga Parbat in cui perse la vita il fratello Gunther. Una domanda che lascia particolarmente turbato il re degli Ottomila.

Si tratta dunque principalmente di un film intervista, intervallato da riprese delle montagne del Karakorum. Le riprese della traversata, svoltasi in parte in condizioni di maltempo, sono state realizzate dallo stesso Messner.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close