Arrampicata

Coppa del Mondo Lead. Trionfo di Laura Rogora e Adam Ondra a Briançon

Nel corso del weekend a Briançon, in Francia, è andata in scena la prima tappa post lockdown della Coppa del Mondo di arrampicata Lead. Un appuntamento cui i campioni Laura Rogora e Adam Ondra si sono presentati in forma smagliante, concludendo con un doppio trionfo.

Una sfida serrata con Janja Garnbret

La giovane Rogora ha battuto la slovena Janja Garnbret grazie alla immensa prestazione mostrata in semifinale. Nell’ultima gara infatti le due hanno raggiunto entrambe il top, andando a spareggio. Laura agganciando l’ultimo rinvio a 32 secondi dal time out. Nella gara semifinale la Rogora aveva però messo il turbo. Una marcia in più che le ha consentito di balzare in prima posizione. Argento dunque a Janja, terzo posto per la francese Fanny Gibert che ha dedicato la sua prestazione alla compagna di squadra Luce Douady, scomparsa a seguito di un incidente in montagna lo scorso giugno.

Una sfida che, come dichiarato nel gioioso post sui social al termine della gara, ha lasciato Laura senza parole. “Risuona l’inno di Mameli sui cieli di Briançon. Grazie Laura”, il ringraziamento della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana).

And the winner is Adam Ondra!

La gara maschile ha visto il trionfo di Adam Ondra, che ha occupato il primo posto dalle qualifiche alle finali, nonostante qualche scaramuccia con i referees in fase di semifinale. Partito con qualche titubanza in qualifica, a causa dei tanti mesi di lockdown lontani dalle sfide in parete, si è decisamente ripreso, godendosi un finale di gara ineccepibile. Su 8 sfidanti è stato l’unico a chiudere la via.

“Mi sono davvero divertito in finale. La via era davvero dura, ma non c’erano molti passaggi incerti o sequenze difficili da leggere”. L’applauso dei 5000 spettatori resterà indelebile nella sua mente, allontanando il ricordo della preoccupazione da rientro in scena.

“Gli ultimi metri sono stati drammatici, ero davvero stanco. Ho pensato che fossero i miei ultimi passaggi prima di cadere, ma fortunatamente sono stato in grado di trattenere una piccola presa e agganciare la corda all’ultimo rinvio”. Per lui si tratta della quindicesima vittoria nella Coppa del Mondo Lead. Alle sue spalle al secondo posto lo sloveno Domen Škofic, terzo l’austriaco Jakob Schubert. Quinto Alexander Megos.  

Un finale carico di emozione

A conclusione delle gare, il presidente IFSC Marco Scolaris, il presidente FFME Pierre You, l’ambasciatrice Climbers Against Cancer Sheila McCarron, l’atleta francese Nao Monchois e la famiglia di Luce Douady hanno reso omaggio alla giovane scalatriceLa famiglia di Luce ha donato un assegno di 7.500 euro al CAC. Ciascuno dei relatori l’ha ricordata con un discorso per poi cedere la parola al papà, che ha letto un pensiero espresso dalla figlia: “Mi immagino mentre tolgo l’ancora, e c’è una grande liberazione, provo una gioia che non posso nascondere; una gioia così pura, così vera, così forte dentro di me, che deve fuoriuscire … la spargo ovunque: ad ogni volto, ad ogni persona che incontro, trasmetto il mio amore per la vita e la mia allegria.”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close