Arrampicata

Lutto nell’arrampicata sportiva. Muore a 16 anni la campionessa francese Luce Douady

Grave lutto nel mondo dell’arrampicata sportiva che perde una giovane promessa. La climber francese Luce Douady, 16 anni, è deceduta nella giornata di domenica 14 giugno a seguito di una caduta sulle montagne dell’Isère, durante un’uscita tra amici. La ragazza sarebbe scivolata mentre era in avvicinamento a una falesia vicino Crolles, precipitando per 150 metri.

Nel 2019 Luce aveva conquistato il titolo di campionessa mondiale boulder nella categoria Youth A. Avrebbe compiuto 17 anni il prossimo novembre.

Il cordoglio del mondo dell’arrampicata

Grande la tristezza espressa sui social dalla Chambéry Escalade, associazione in cui si è formata la giovane campionessa francese. Luce Douady ci ha lasciati ieri – si legge nel post di cordoglio – . Luce, quella ragazza, quella giovane donna piena di energia, passione e talento. Una bella persona”. Il pensiero va alla famiglia, ai suoi amici, ai quali viene rivolto l’invito ad essere forti per la sua memoria. “Sempre e per sempre, Luce”.

Vicinanza alla famiglia viene espressa anche dalla IFSC (International Federation of Sport Climbing).

“Con grande tristezza la Federazione ha accolto la notizia della tragica scomparsa della climber francese Luce Douady, 16 anni. Luce era un’atleta giovane, brillante e di talento. Ha vinto il suo primo titolo al Campionato del Mondo Giovanile lo scorso anno nelle competizioni di Arco (TN), posizionandosi inizialmente al terzo posto nelle finali Lead Youth A e poi giungendo alla posizione più alta del podio nella gara di boulder Youth A. Sempre nel 2019, Luce ha fatto la sua prima comparsa nel circuito di Coppa del Mondo Boulder IFSC, debuttando con un fantastico quinto posto a Vail (USA), e concludendo con una 20esima posizione nei Campionati del Mondo di arrampicata sportiva di Hachioji (Giappone), nonchè partecipando a due eventi di Coppa del Mondo Lead a Chamonix (Francia) e Inzai (Giappone). I pensieri e le preghiere dell’IFSC in questo tragico momento vanno ai familiari e agli amici di Luce”.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Sono tante le persone vittime di incidenti assurdi, che accadono come / dove mai te l’aspetteresti.

    “S’inciampa sul sassolino, non sulla montagna”
    (Confucio)

  2. Siano maledette le scivolate..la principale causa di incidenti secondo le statistiche del CNSAS.
    La banalita’ del male…su cui bisognerebbe indagare..per cercare di diminuire( distrazione per chiacchere in compagnia, sentieri fangosi o ghiacciati,radici o sassi sporgenti..)

  3. Mi spiace moltissimo quando la vittima è giovane.
    Da tempo mi sembra di vedere che in Francia nella formazione venga data moltissima importanza alla prestazione e venga parecchio trascurata l’esperienza nell’attenzione al muoversi sicuri.
    Viene enfatizzata moltissimo l’immagine prestazionale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close