Film

“K2 – Sogno e destino”. Kurt Diemberger e la tragedia dell’estate 1986

Con l’appuntamento Mountain and Chill di questa settimana voliamo con la mente fino alle vette del Karakorum. La pellicola che vi consigliamo è “K2 – Sogno e destino” (1989, 60′) di Kurt Diemberger. Il racconto di una delle più grandi tragedie dell’Himalaya, quella verificatasi nell’estate del 1986 sulla seconda montagna del Pianeta. Il film è disponibile in versione integrale su Youtube.

La tragedia del 1986

Estate 1986. Kurt Diemberger e Julie Tullis ritornano al K2, dopo due precedenti tentativi falliti. Condividono il sogno di scalare “la montagna delle montagne”, al pari di tutti gli alpinisti in quell’anno al campo base. Sono ben 9 le spedizioni pronte a tentare l’ascesa. Ma la stagione si rivelerà infausta. Tredici alpinisti di sette nazioni, compreso l’italiano Renato Casarotto, perderanno la vita. Diemberger e Tullis, nel loro ultimo tentativo, raggiungeranno la cima, ma dei due a tornare a casa sarà solo il primo. Julie a altri 4 alpinisti perderanno la vita, bloccati da giorni a oltre 8000 metri di quota da una bufera.

A rendere ancor più toccante il documentario, in cui Diemberger condivide i ricordi di quella tragica estate, è che le riprese siano state da lui effettuate in prima persona sul K2. Kurt e Julie hanno rappresentato per anni il film-team più alto del mondo, documentando con telecamera e microfono le proprie salite fino a quota 8000 m. La pellicola è stata premiata con la Genziana d’Oro al Filmfestival di Trento nel 1989.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close