Alpinismo

Il coronavirus ferma anche l’invernale al K2

Brutte notizie per gli appassionati di alpinismo himalayano nella stagione fredda: la Polonia ha cancellato la spedizione al K2 per il prossimo inverno.

A pesare sulla decisione l’incertezza del futuro a causa della situazione sanitaria mondiale dettata dal coronavirus. “Abbiamo seguito da vicino lo sviluppo della situazione e analizzato i possibili scenari. Sfortunatamente, in questo momento non siamo in grado di prevedere quali saranno le condizioni epidemiologiche nel mondo nei prossimi mesi. Non possiamo mettere a rischio la salute degli alpinisti. Pertanto, l’unica decisione giusta e logica è quella di posticipare il tentativo di scalare il K2″ ha detto Piotr Tomala, manager del programma alpinistico invernale polacco. “Naturalmente, il nostro obiettivo principale rimane quello di salire K2 in inverno, ma siamo consapevoli delle sfide che tutti noi stiamo affrontando e dell’enorme sforzo di molte persone che ogni giorno lottano contro il Covid-19. La nostra vetta può aspettare”.

Se può sembrare una decisione prematura, in realtà non lo è: una spedizione invernale è una macchina organizzativa complessa fatta di logistica, sponsor e preparazione fisica. Complicata da avviare e tenere oliata in tempi normali, ancor di più nelle difficoltà, anche economiche, che la pandemia ha generato.

Un peccato, ovviamente per noi che amiamo seguire queste spedizioni, ma anche per il Pakistan che avrebbe potuto avere un bel riscatto d’immagine dopo questi lunghi mesi di lockdown che hanno azzerato il turismo con conseguenze sociali drammatiche.

La speranza ora per l’Himalaya, ma anche per il Karakorum allungandone la stagione estiva, è che si possa tornare a vivere le grandi montagne in autunno. Nel frattempo, malgrado le notizie dell’OMS non siano rasserenanti, gli aeroporti internazionali hanno in programma di riaprire, in Pakistan questa settimana, in Nepal per agosto. Ancora poche certezze, ma le agenzie alpinistiche locali sono ben rodate per organizzare in tempi brevi e per gli alpinisti che puntano a spedizioni leggere le tempistiche consentono di fare tutto.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. k2 invernale …..primato resterà inviolato! Jurek resterà un MITO. Peccato e mi spiace per la spedizione polacca…ritenevo il gruppo polacco tra i più preparati. E diciamo ci stà…” LA NOSTRA VETTA PUO’ ASPETTARE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close