News

Tor des Geants, annullato per il covid-19 l’endurance trail più duro al mondo

Dopo il recente annullamento dell’Ultra Trail du Mont Blanc, un altro tra gli eventi più attesi della corsa in montagna deve arrendersi al covid-19: il Tor des Geants, l’endurance trail più duro al mondo.
Con grande dispiacere, fatica ed emozione siamo costretti ad annullare le gare TORX™ previste dall’11 al 20 settembre 2020, ovvero il TOR450 – Tor des Glaciers, TOR330 – Tor des Géants®, TOR130 – Tot Dret, Tor30 – Passage au Malatrà” ha annunciato il presidente di VDA Trailers, Alessandra Nicoletti.

Una decisione sofferta, che purtroppo era nell’aria, sebbene la speranza che la situazione potesse migliorare e la ricerca di soluzioni alternative che potessero consentire di organizzare la gara. “Alla data odierna sono ancora in vigore stringenti normative relative allo svolgimento di eventi sportivi (distanziamento sociale e divieto di assembramenti) e per noi è impossibile garantire la sicurezza sanitaria a ogni singolo concorrente, ai suoi accompagnatori, ai volontari, ai turisti e alla comunità intera della Valle d’Aosta: migliaia di persone che vivono le gare del TOR X sempre in prima fila, a stretto contatto e che sono parte vitale delle nostre attività” spiega Nicoletti, che evidenza come ci sia ancora troppa incertezza per il futuro su come evolverà la pandemia. 

Difficile inoltre gestire l’arrivo dei tanti atleti internazionali che ogni anno partecipano al TOR X: “Sono 77 le nazioni rappresentate dagli atleti iscritti – continua Nicoletti – e ogni paese sta affrontando la pandemia, con differenze nelle norme di prevenzione e di intervento, secondo gli stati: anche in questo caso è impossibile sapere a chi, e in che modo, sarà garantito l’accesso al nostro Paese nel mese di settembre, ed eventualmente il ritorno in patria dopo la gara”.
Ad ogni atleta iscritto sono state comunicate le modalità di rimborso. Ogni concorrente del TOR330 – Tor des Géants® e del TOR450 – Tor des Glaciers riceverà la borsa dell’edizione 2020, che rimane uno dei più importanti simboli del TOR. L’esito del sorteggio viene mantenuto per una edizione a scelta tra 2021/2022/2023, ed è cedibile ad un altro corridore. Sono al vaglio ulteriori agevolazioni sulle iscrizioni future.
Continuiamo a camminare e a correre per le montagne di casa e della Valle d’Aosta – concludono gli organizzatori – il TOR rallenta ma non si ferma. Mai”.
Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Era ampiamente prevedibile, hanno solo tirato per le lunghe per giustificare alcuni costi dell’organizzazione, nel comunicato stampa non hanno neppure il coraggio di dire chiaramente che rimborseranno solo il 50% della quota di iscrizione e che non offrono vantaggi economici a chi si vorrà riscrivere gli anni seguenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close