Film

“Cerro Kishtwar – Una storia ghiacciata”. Il videoracconto della spedizione di Huber, Siegrist e Zanker

È finalmente online la versione completa del videoracconto dell’impresa realizzata sul Cerro Kishtwar (6155 m), nell’Himalaya indiano, da Thomas Huber, Stephan Siegrist e Julian Zanker. La pellicola, dal titolo “Cerro Kishtwar – Una storia ghiacciata” (34’, 2018), è disponibile su Vimeo in lingua originale con sottotitoli in inglese.

Un breve documentario che racconta gli 11 giorni trascorsi dal trio sulla parete Nord-Ovest della vetta, per aprire la via “Har Har Mahadev”. Nome ispirato da una popolare canzone Hindu.

Al pari delle altre montagne del Kashmir, il Cerro Kishtwar è rimasto a lungo interdetto agli alpinisti stranieri, a causa degli storici conflitti tra India e Pakistan. Il divieto di salita è stato ritirato nel 2010. Un anno più tardi, nel 2011, Stephan Siegrist, Denis Burdet, Rob Frost e David Lama organizzano la prima spedizione internazionale, realizzando la prima salita in stile alpino della parete Nord Ovest, lungo la via Yoniverse.

Nuova via ma anche prima salita in assoluto della vetta principale, la Cima Sud. Nel settembre 1993 infatti, i britannici Mick Fowler e Steve Sustad  avevano raggiunto la cima Nord, alta 5 metri in meno rispetto alla Sud. L’esperienza non basta a placare il desiderio di Siegrist di esplorare la montagna. E così decide di tentare una nuova via nel novembre 2017 con gli amici Thomas Huber e Julian Zanker, mettendo così a segno un secondo successo.

Il film rappresenta anche un caro ricordo di Zanker, deceduto il 24 febbraio 2019, durante un tentativo di scalata della parete Nord dell’Eiger. “In questo giorno, un anno fa – scriveva Huber, in occasione del primo anniversario della tragedia – il nostro amico Julian Zanker ha subito un incidente fatale sulla Nord dell’Eiger. Ancora soffriamo, ci manca da impazzire, ma quando siamo sulle montagne sentiamo il tuo spirito, la tua energia e ci ricordiamo i tuoi scherzi. E sentiamo ancora presente la tua amicizia”. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close