Arrampicata

IFSC. Posticipati a ottobre i Campionati europei di arrampicata

Nel mese di luglio riparte la Coppa del Mondo

La IFSC (International Federation of Sport Climbing) ha annunciato un posticipo al mese di ottobre per i Campionati Europei di Arrampicata, che si svolgeranno pertanto a Mosca dal 1 al 8 ottobre 2020.

Il Campionato, inizialmente previsto per la settimana dal 20 al 27 marzo, era stato inizialmente posticipato a giugno. Ma dato il protrarsi dell’emergenza coronavirus, il direttivo ha preferito intervenire con un secondo posticipo in autunno.

Si tratterà dell’ultima chiamata per gli atleti europei utile all’ottenimento di due pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020, posticipate al 2021, che vedranno per la prima volta l’arrampicata riconosciuta come disciplina olimpica. Un pass per la categoria maschile, uno per quella femminile. Tra gli atleti italiani ricordiamo che hanno già ottenuto la qualifica olimpica Laura Rogora e Ludovico Fossali.

Nonostante stiamo vivendo alla giornata, è importante continuare a lavorare per il future. Così da essere pronti quando arriveranno giorni migliori – ha dichiarato il Presidente IFSC Marco Scolaris – . Le nuove date dei Campionati europei rappresentano in definitiva un segno di speranza e di perseveranza”.

Coppa del Mondo al via a luglio

Altra notizia che giunge dalla IFSC è la decisione di posticipare a luglio le gare di Coppa del Mondo di Arrampicata Sportiva. In collaborazione con la Fédération Française de la Montagne et de l’Escalade, lo Swiss Alpine Club e gli organizzatori locali, sono state definite le seguenti date:

  • Villars (Svizzera) – 2-4 luglio 2020
  • Chamonix (Francia) – 11-13 luglio 2020
  • Briançon (Francia) – 18-19 luglio 2020

Anche in questo caso, il primo posticipo aveva definito come data potenziale di ripartenza il 1 maggio. Considerate le attuali circostanze si è ritenuto opportuno uno slittamento al mese estivo. In Francia sarà tra l’altro in vigore il divieto di svolgimento di gare con elevata presenza di pubblico fino a metà luglio.

Si tratterà dunque di una Coppa del Mondo insolita, senza pubblico a tifare i propri atleti del cuore. “Nella mia mente vedo immagini dei tanti, tanti fan in attesa di queste competizioni in Svizzera e Francia – ha dichiarato Solaris -. E il mio cuore sanguina. Il prossimo luglio non ci sarà modo in incitare i propri eroi. Ciò fornisce prova di quanto dobbiamo ancora impegnarci per proteggerci l’un l’altro”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close