AlpinismoAlta quota

Everest, la neve rallenta il tentativo di vetta

Il tentativo di vetta sull’Everest non sta andando al ritmo previsto.

La giornata di ieri

Ieri il gruppo guidato da Alex Txikon e da Tashi Sherpa si è fermato a campo 1, malgrado i programmi prevedessero l’arrivo a C2.  “È stata una giornata piuttosto dura e la notte che ci attende sarà decisamente più dura” aveva commentato il basco in serata dalla tenda a 6000m. “È stato difficile attraversare l’Icefall e la visibilità è scarsa“, ha aggiunto Alex. “Abbiamo installato altre tre scalette, ma l’Icefall durerà non più di altri cinque giorni: è delicata in alcune sezioni, con troppi ponti da attraversare“. Per chi desiderasse, qui sotto l’audio della comunicazione in spagnolo di Alex Txikon via radio con il campo base.

La giornata di oggi

La neve è scesa tutta notte e ha impedito al gruppo di andare oggi oltre campo 2, l’obiettivo erano i 6700 della parete del Lhotse. Ci penseranno domani, quando dovranno decidere che percorso seguire per arrivare a Colle Sud, 8000m: la via normale o una variante più a sinistra. Lo scopo è evitare i pericolosi crolli di pietre che stanno interessando quella sezione di montagna. Con loro hanno sette matasse di corde da 200m, non dovrebbero avere problemi a fissare la via ex novo.

C’è una grande armonia tra noi nove; tutti sono motivati ​​ed entusiasti” racconta Txikon parlando della collaborazione con la squadra di cinque nepalesi che stanno tentando di fare il record di velocità invernale.

Tags

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Ma perché nn date nessuna notizia di kobusch? Lui sì che sta tentando un’impresa.. Senza sminuire gli spagnoli x carità ma quella del tedesco è una spedizione con gli attributi…

    1. Ciao Fabio,
      stiamo dando notizie di Jost Kobusch, quando ci sono. Oggi è rimasto fermo e rispetto all’ultimo aggiornamento che abbiamo dato nulla è cambiato. Non appena ci saranno sviluppi, ve li comunicheremo 🙂

  2. La mia previsione per i prossimi giorni: Racconteranno un´incidente e si termina tutto. Neanche una minima chance di arrivare in vetta. Diamo troppa attenzione a questo tipo di alpinismo (lo chiamerei piú sensazionalismo da campo base). Non c´e progresso, non c´é livello. Ci sono un sacco di altre montagne difficili da provare (Musherbrum per esempio…), ma quelle vette sono difficili da vendere….Everest si capisce subito, anche se non combini un cavolo. Purtroppo siamo arrivati a questi livelli.

  3. Oggi Jost Kobusch, secondo la sua relazione su Instagram, dovrebbe trovarsi al CB dopo aver toccato i 7360 m., ha scritto che terminerà così la sua esperienza quest’ anno mancando i tempi ed anche per problemi di salute. Grandissimo scalatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close