• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Protagonisti

Buon compleanno Alex Honnold

Alex Honnold. Foto Honnold FoundationAlex Honnold. Foto Honnold Foundation

Alex Honnold, il climber americano da Oscar, compie oggi 34 anni. Trentaquattro anni vissuti in parete, alla ricerca di una difficoltà sempre maggiore, di un nuovo limite da superare. L’ha fatto nel 2017 percorrendo la via Freerider (variante della Salathé Wall aperta dai fratelli Huber nel 1998) su El Capitan in free solo, impresa da cui poi è nato l’omonimo documentario premio Oscar.

La ricerca dell’avventura e del limite da parte di Honnold non è iniziata con il free solo. Già nel 2015 infatti, con l’amico Tommy Caldwell (il cui compleanno cadeva lo scorso 11 agosto), ha portato a termine la prima traversata integrale del Fitz Roy guadagnandosi un Piolet d’Or.

Anche dopo il successo su Freerider ha continuato a cercare di superare se stesso, di alzare l’asticella verso un nuovo traguardo. Ha continuato a farlo con Caldwell sulla via The Nose (8b+/5.14a, El Capitan) dove, dopo svariati tentativi, sono riusciti a infrangere la barriera delle due ore salendo la via in appena 1h 58’ 07’’.

Honnold Foundation

Da alcuni anni Honnold trascorre il giorno del suo compleanno lavorando a favore della sua Honnold Foundation, ONG fondata nel 2013 che si propone di offrire soluzioni energetiche sostenibili e accessibili alle comunità povere del mondo. Già nei giorni scorsi si trovava infatti a Detroit dove sono stati installati pannelli solari su alcune case. “Questo è un modo davvero sano per festeggiare il mio compleanno questo fine settimana” scriveva su Instagram. “Qualche anno fa, per festeggiarmi, la mia famiglia ha iniziato a donare alla Honnold Foundation. Non mi piacciono i regali e non ho bisogno di cose reali, ma apprezzo molto la possibilità di poter fare qualcosa di più grande attraverso la fondazione. Se qualcuno vuole aiutarmi a festeggiare quest’anno mi farebbe piacere una donazione di qualsiasi importo alla mia fondazione”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.