Cronaca

Cuoco di un rifugio trovato morto nel bellunese, forse un fulmine

Un giovane cuoco originario di Manfredonia (FG) è stato trovato morto ieri mattina in un prato di Livinallongo del col di Lana (BL). Daniele Del Nobile, 36 anni, stava lavorando come cuoco stagionale presso il rifugio Pralongià di Corvara (BZ). Da martedì sera si era allontanato dalla struttura e se ne erano perse le tracce.

Le ricerche dei soccorritori sono andate avanti per tutta la notte. Solo nella prima mattina di mercoledì 31 luglio, poco prima di mezzogiorno, il suo corpo ormai privo di vita è stato avvistato nell’erba a Livinallongo (Belluno), a circa 20 km dal rifugio. Sul luogo del ritrovamento è giunto l’elicottero dell’Aiut Alpin e i Carabinieri di Arabba.

Le ipotesi del decesso

La prima ipotesi avanzata dai soccorritori è che il ragazzo sia stato colpito da un fulmine. Nella notte la zona è infatti stata interessata da una perturbazione. Le condizioni meteo continuano a essere instabili sulle regioni alpine del Nord Est. Ricordiamo che lo scorso 27 luglio una atleta norvegese è morta colpita da un fulmine durante la Südtirol Ultra Skyrace.

Altra ipotesi al vaglio degli investigatori è un possibile decesso per ipotermia, poiché il cuoco ha passato la notte all’adiaccio. Saranno gli accertamenti medici a fare chiarezza sull’accaduto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close