Cronaca

Fulmine uccide atleta durante la Südtirol Ultra Skyrace. Sfiorato uno skyrunner alla K3

Tragico incidente all’edizione 2019 della Südtirol Ultra Skyrace, dove un’atleta norvegese è morta colpita da fulmine presso il lago di San Pancrazio. L’incidente si è verificato verso le 19:15 a circa 2.120m di quota.

Circa 30 minuti prima la gara era stata interrotta a causa del maltempo e gli atleti erano stati fermati ad Antran, presso il Rifugio Punta Cervina e presso il Rifugio Kesselberg. Alcuni concorrenti però si trovavano nelle tratte intermedie al di fuori della portata del personale responsabile del controllo del percorso, tra cui il gruppo con la vittima.

Allertati i soccorsi, dopo le prime cure, l’atleta è stata portata all’ospedale di Bolzano con l’elisoccorso Pelikan I, dove purtroppo è deceduta.

Siamo sconvolti dall’accaduto“, ha dichiarato Josef Günther Mair, direttore del comitato organizzatore della Südtirol Ultra Skyrace. “Ai famigliari della vittima esprimiamo le nostre più sentite condoglianze.”

Fulmine alla K3

Sta bene lo skyrunner spagnolo sfiorato da un fulmine sul Rocciamelone, in Valle di Susa, durante la gara Bei K3. L’uomo in stato di stordimento è stato trasportato dall’elicottero della manifestazione all’ospedale di Susa da dove, dopo aver rifiutato le cure, si è allontano una autonomia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close