• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Cortina. “Una montagna di libri” festeggia i primi 10 anni con una edizione speciale

“Una montagna di libri”, festa internazionale della letteratura di Cortina D’Ampezzo, compie quest’anno 10 anni. Un traguardo importante che renderà di certo speciale l’edizione 2019, pronta ad animare la città nei prossimi mesi.

Sono oltre 45 gli incontri previsti con autori del mondo della letteratura, dell’attualità, del cinema e dell’arte che si susseguiranno a partire dal 13 luglio, giorno inaugurale della rassegna che vedrà come evento centrale una lectio magistralis di Alessandro Piperno sullo scrittore statunitense Philip Roth, per concludersi il 22 settembre.

Appuntamento da segnare in agenda è di certo quello del 29 giugno, giorno dell’anteprima della rassegna, che vedrà come protagonista Richard Powers, autore de “Il sussurro del mondo” (ed. La nave di Teseo), un romanzo “dalla costruzione geniale, rigoglioso e ramificato come gli alberi di cui racconta: la meraviglia della loro interazione evoca quella degli uomini che vi vivono accanto”, come si legge nella motivazione che ha spinto la giuria del Premio Pulitzer 2019 a decretarlo vincitore. Un libro che centra il tema di questa special edition della rassegna, rappresentato dagli alberi.

Era il 2009 quando cominciavamo a chiamare a Cortina narratori, intelligenze, idee, scritture” – ha dichiarato Francesco Chiamulera, responsabile della manifestazione, ricordando gli albori di una iniziativa che è stata in grado di accrescersi annualmente – “Oggi, in un momento storico segnato dalla riflessione sul rapporto tra uomo e ambiente, e parlando in mezzo alla grande nazione dei boschi che sono le Dolomiti, Una Montagna di Libri si ispira alla vita degli alberi. Che crescono secondo solidità e robustezza, tenendo le radici nel terreno”.

Agosto sarà un mese ricco di ospiti, non solo afferenti al mondo della letteratura ma anche della musica, del teatro ma anche della scienza e dell’arte, quali il maestro Riccardo Muti, Toni Servillo, il fisico Guido Tonelli e l’esperto d’arte Philippe Daverio.

Nel corso della rassegna sarà anche possibile incontrare i finalisti del Premio Campiello e il vincitore del Premio Strega 2019.

Per festeggiare il decennale della manifestazione è stato inoltre previsto l’avvio dell’Archivio di“Una Montagna di Libri”. A partire da luglio saranno disponibili online video e clip, categorizzati e in HD, di molteplici incontri svolti nel corso di questi primi 10 anni di attività.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.