• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Attualità, Cronaca, Top News

“Matth non risponde”, giornata di paura per Cala Cimenti e compagni

Matthias Koenig, Cala Cimenti, Gasherbrum II

Giornata infinita quella di ieri al Gasherbrum II per Cala Cimenti e compagni.

Iniziata con il maltempo, che continua a rallentare i lavori sulla montagna, nessuno degli alpinisti presenti al campo base era intenzionato a lasciare il campo base. Nessuno tranne l’ormai affiatata coppia Cimenti-Koenig. Eravamo tutti contenti e andavamo bene su da soli, io conducevo” scrive Cala. “Però la traccia era scomparsa ed era tutto bianco di neve e non si vedevano crepacci e pozze d’acqua. Dopo un’ora che camminavano bene e allegri, ho messo un piede avanti che si è appoggiato sul vuoto e sono caduto in avanti in una pozza d’acqua così profonda che non toccavo coi piedi. Ho dovuto fare tre bracciate di nuoto per uscire”.

Bagnato fino al collo e infreddolito Cala è così ritornato immediatamente al base lasciando Koenig a decidere se proseguire da solo o rientrare anche lui.

Qualche ora dopo poi il messaggio alla compagna Erika: “Qui preoccupati per matth che non è tornato e non ha risposto a due appuntamenti radio. Il prossimo alle 20:00″. Matthias però non risponde nemmeno alla chiamata delle venti, allarmando i compagni e mettendo in allerta i soccorsi.

Come abbiamo scritto qualche giorno fa al campo base con Cala Cimenti c’è anche il polacco Adam Bieleki che subito si rende disponibile per andare alla ricerca dello svizzero, ormai da una giornata sulla montagna. Adam dice che non si parte ora di notte. Partiamo domani alle 5:30. Viene anche lui col suo compare. Seguiamo insieme la traccia di Matth. Il meteo sembra che migliori, comunque noi partiamo in ogni caso, bello o brutto tempo, alle 5:30. Adam ha detto di che non si accettano ritardi” scrive ancora Cala prima di concedersi qualche ora di sonno.

La partenza è fissata per le 2:30 italiane, ma il messaggio non arriva fino alle 5:38: “tutto ok. trovato Matth. Ha dormito qui (a 5400m) La sua radio bagnata non funzionava. Ora continuiamo verso c1″.

Può capitare, fa parte anche questo del gioco. Ora si prosegue con i lavori sulla montagna.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.